Tu sei qui

MotoGP, Rossi: Marquez sorpreso? non ci credo

"Nella lotta fra me e Lorenzo decideranno i singoli episodi, non credo potrò chiuderla a Sepang"

Dopo il polverone alzato ieri, oggi Rossi ha cambiato tattica. Lascia decantare la situazione, fa un passo indietro e permette agli altri di fare le proprie mosse. Marquez è ancora sorpreso, Lorenzo anche, Valentino gioca: “Marc ha detto che è sorpreso? Secondo me non è vero. E poi ho già detto tutto, non ho altro da aggiungere”. Poi un’altra stoccata leggera nei confronti dello spagnolo: “ha detto anche che per vincere mi basta arrivare davanti o subito dietro a Jorge? Direi che lo sapevo già”. Se ieri aveva usato l’artiglieria pesante, ora siamo passati alla guerra fredda.

Valentino, dopo esserti scagliato contro Marquez ti fidi ancora di lui in pista?

Effettivamente non lo so, ho corso un rischio ma non potevo stare zitto. Forse le mie parole avranno un effette positivo, forse negativo ma almeno ora posso dormire bene la notte”.

E’ importante, considerato che potresti chiudere il campionato già domenica…

Non credo che sarà così facile. Se avessi battuto Lorenzo in Australia avrei avuto una possibilità ma ora non penso”.

E’ una lotta serrata come non mai…

L’ultima volta che mi sono trovato in una situazione simile è stato nel 2006 e ho perso. Però in quel caso avevo avuto molti problemi tra gomme, motore e cadute, avevo recuperato 45 punti ad Hayden ed ero il più veloce. Adesso la sfida è molto più livellata, a fare la differenza saranno i dettagli, i singoli episodi”.

La gara sarà tra due giorni, come sei partito?

Non è stata una brutta giornata e sono stato veloce fin dal mattino, siamo partiti da una buona base. Nel pomeriggio sono stato contento del passo che ho tenuto”.

Sei stato l’unico a usare gomme dure sia all’anteriore che al posteriore.

“E’ stata una scelta precisa. Prima di tutto volevamo capire se fosse un’opzione per la gara, poi volevamo risparmiare le gomme più morbide”.

Quelle che hai montato a fine turno, perché sei rientrato senza terminare il giro?

Appena uscito ho avuto brutte sensazioni, sentivo delle grandi vibrazioni. Sono tornato ai box, volevo spostare la gomma da una moto all’altra per capire se il problema fosse originato dallo pneumatico o no. Purtroppo non abbiamo fatto in tempo, sarebbe servito un pit stop da Formula 1 (ride)”.

Avrai la risposta domani…

Sì, il punto interrogativo rimane. Non capita spesso con Bridgestone di avere gomme difettose ma a volte può accadere. Se così fosse complicherebbe le cose, non abbiamo molti pneumatici a disposizione per il weekend”.

Senza quel problema dove saresti potuto arrivare?

Sicuramente sarei stato più veloce, non penso sarei stato molto distante da Lorenzo”.

Ti aspetti una lotta di gruppo in stile Phillip Island?

Oggi mi ha impressionato Iannone, è caduto ma poi è riuscito a tenere un passo molto buono. Anche Pedrosa è molto competitivo, poi ci sono Marquez e Lorenzo. Siamo già 5”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti