Tu sei qui

MotoGP, Smith raffredda i bollori con la vasca 2.0

A Sepang un nuovo sistema per abbassare la temperatura corporea prima e dopo i turni di prove

Smith raffredda i bollori con la vasca 2.0

Il caldo a Sepang è un avversario che tutti i piloti devono affrontare. Le alte temperature, sommate all’umidità, rendono faticoso anche solo camminare: guidare a 300 km/h con una tuta di pelle addosso è una sfida che mette alla prova anche i fisici più allenati. Nel corso degli anni i piloti hanno combattuto il caldo con delle piccole piscine gonfiabili, in cui si immergono in acqua fredda.

La tecnologia però investe tutti i campi e Bradley Smith è arrivato in Malesia con una speciale vasca in cui è possibile regolare la temperature dell’acqua. Si tratta di un sistema più sofisticato che ha sperimentato con successo durante la 8 Ore di Suzuka.

L’idea è arrivata da Simon, il fisioterapista che è con me da due anni e prima ha lavorato con Ben Spies e Mark Webber - spiega il pilota del team Tech3 - Il primo obiettivo è quello di abbassare la temperatura corporea prima di salire in moto quando la temperatura esterna è molto alta, il secondo riportarla alla normalità dopo una sessione di prove. Questo aiuta il proprio corpo a recuperare più velocemente e risparmiare energie.

Questo comporta una programmazione attenta, per adattarsi alle esigenze del fisico.

Abbiamo fatto dei test a Suzuka, Simon lavora da 5 anni con questo sistema ma bisognava adattarlo alle mie esigenze, sarà la prima volta che la uso in MotoGP - continua - Il tempo di utilizzo dipende dalle temperature dell’acqua ed esterna, possono bastare una decina di minuti come 25. Di solito si sta di più prima di un turno di prove che dopo, quando si usa acqua più fredda”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti