Tu sei qui

SBK, Test, Checa: la direzione è più chiara

"Lavorato su forcellone e rigidezze". In arrivo anche novità al cambio

Carlos Checa ha concluso ieri tre giorni di test a Valencia sulla Panigale “lab” che costituisce il canovaccio per la moto del 2016. Ducati, che ha portato la 1199 al successo in cinque occasioni con Chaz Davies, sta lavorando alacremente allo sviluppo della moto attuale – in particolare del cambio – alla luce di un regolamento tecnico pressoché invariato, parallelamente a quello di un modello nuovo a quattro cilindri che dovrebbe vedere la luce nel 2017.

“Ho fatto molti giri in 1’34 ma il nostro obiettivo non era mettere a punto un pacchetto specifico – ha detto il “Toro” – Ci siamo concentrati sul forcellone e la rigidezza della moto, due aree critiche. Serviva innanzitutto tenere un passo regolare per capire se i cambiamenti di assetto davano miglioramenti o meno. Credo che ora la situazione sia più chiara”.

“Al Mugello avevamo trovato nuove soluzioni che si sono rivelate efficaci – ha aggiunto – Anche a Valencia abbiamo valutato nuove componenti e scartato alcune configurazioni. È importante fare questo lavoro in anticipo. Lo faccio perché mi piace e perché i piloti permanenti a volte non possono a causa del regolamento o del calendario”.

In altre parole, qualsiasi ipotesi di un rientro in gara resta da scartare. Almeno per ora.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti