Tu sei qui

MotoGP, Sorpassi: per i duellanti il brivido senza il rischio

Marc non avrebbe superato Lorenzo in Australia se pericoloso. Iannone top con 18 infilate

Volete sapere quanti sorpassi hanno effettuato Marquez, Lorenzo, Iannone e Rossi a Phillip island la scorsa domenica?

La risposta, per la quale ringraziamo la commentatrice della TV israeliana Sport 5 Tammy Gorali che si è presa la briga di rivedere la gara passo passo e fare la spunta è 52!

Più di quanti ne fa vedere la F.1 in una stagione, probabilmente.

Andrea Iannone ne ha effettuati 18, Marquez 16, 11 Rossi e solo 7 Lorenzo perché il maiorchino dei 27 giri in gara ne ha fatti 24 al comando cedendo la testa della corsa a Marc dal 18° al 20° e, sfortunatamente per lui, nell'ultimo.

Fra i cinquantadue visti IL SORPASSO, quello che sarà ricordato anche negli anni a venire è quello che ha effettuato Iannone al 25° giro, frutto di un attacco di Rossi a Marquez alla curva MG che ha lasciato uno spiraglio aperto all'interno.

In quel buco il pilota della Ducati si è tuffato infilando entrambi gli avversari in un colpo solo per cogliere un momentaneo, ma significativo, secondo posto grazie anche ad una brutale porta chiusa in faccia a 13 titoli mondiali complessivi alla curva 11.

E' stata una manovra chirurgica, ma allo stesso tempo brutale ed effettuata senza la benché minima paura delle conseguenze che ci ha mostrato il miglior Iannone, quello che ricordavamo battersi proprio con Marc in Moto2.

Il Gran Premio di Australia ci ha anticipato come saranno le ultime due gare della stagione, il Gran Premio di Malesia a Sepang, domenica prossima e quello di Valencia, l'8 novembre, con una novità. Una sorta di accordo fra i top rider di non danneggiare i due contendenti, Lorenzo e Rossi. Il che non significa non attaccarli!

Ascoltate cosa ha detto Marc Marquez dopo aver beffato Jorge all'ultimo giro.

"Siamo giunti in piena velocità sulla sommità di Lukey Heights, dove avevo pensato di poterlo attaccare. Ma solo se si fosse presentata una situazione chiara, senza rischi".

Dunque se il sorpasso è pulito è permesso, il contrario se rischia di mandare fuori traiettoria o peggio i duellanti. Ed ovviamente durante l'intero corso della gara. Ricordatevi che questi ragazzi hanno il pieno controllo delle loro moto anche a 344,4 Km/h, la velocità raggiunta da Iannone a Phillip island, e che un errore, anche minimo, è sempre questione di centimetri, non di metri.

A proposito, se il circuito di Valencia è completamente  'sold-out' nonostante la sua capacità di 105.000 spettatori – più del Camp Nou –anche la sfida di Sepang si sta vendendo non male e le prime tribune sono già andate esaurite anche qui.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti