Tu sei qui

MotoGP, Pernat: sorpasso di Iannone? Come Hakkinen a Spa

"Mi ha ricordato quello a Schumacher e Zonta. Lorenzo? Debole nel corpo a corpo, dovrà provare a scappare"

Il GP dell’Australia ha offerto spettacolo dalla prima all’ultima curva. Se poi si considera la sua importanza nel rush finale per il titolo iridato, la gara di Phillip Island rappresenta la punta di diamante di quello che, secondo Carlo Pernat, “rimane il campionato più bello degli ultimi vent’anni”.

Secondo il manager genovese, il risultato finale “non dipenderà solo da Rossi e Lorenzo. Ormai è certo che sarà deciso anche da altri, come Marquez, Iannone e Pedrosa, che possono levare o aggiungere punti ai due contendenti. È uno strano destino che in Australia uno spagnolo abbia tolto punti ad uno spagnolo ed un italiano ad un italiano. Sembra un incrocio, una beffa”.

Detto questo, Rossi e Lorenzo hanno mostrato diverse attitudini alla mischia ed un arrivo in volata penalizzerebbe uno dei due contendenti.

“Lorenzo dovrà giocarsi tutto alla sua maniera, cioè cercando di scappare in gara – ha analizzato Pernat – Nel corpo a corpo è più debole, e infatti Marquez lo ha battuto e patisce anche con Valentino. È condannato a correre in questo modo, ma in Australia non c’è riuscito a causa di Marquez, Rossi, e Iannone”.

È proprio Iannone, secondo Pernat, “l’uomo del giorno, ha dato spettacolo con quel doppio sorpasso che mi ricorda la Formula 1 a Spa nel 2000 quando Hakkinen passò Schumacher e Zonta. Quel sorpasso è rimasto una pietra miliare della storia, ed anche quello di Iannone lo sarà”.

A dare man forte al pilota di Vasto, “Ducati è rinata con un super motore. Rimane una moto fisica ma dimostra ancora una volta l’abilità di Dall’Igna”.

ASCOLTA L'AUDIO

{pb_mediaelmedia=[audio] audio_mp3=[images/ARCHIVIO/2015/Audio/16_Australia/pernatdomenica.mp3]}

 

Categoria: 

Audio: 

Articoli che potrebbero interessarti