Tu sei qui

SBK, Qatar: vince Torres, scintille tra Rea e Sykes

GARA UNO: primo centro in SBK per lo spagnolo che precede Rea. Gelo con Sykes in parco chiuso

Jordi Torres ha centrato la sua prima vittoria in carriera tra le derivate di serie in Gara Uno della SBK in Qatar. È il secondo centro stagionale per la RSV4, che mancava dalla vetta del podio dal round di apertura.

Lo spagnolo ha preceduto sul podio la coppia Kawasaki composta da Jonathan Rea e Tom Sykes, tra i quali è calata una “cortina di ferro” nel dopo-gara a causa di un sorpasso del neo-campione ai danni del compagno di squadra, che ha comunque recuperato 3 punti su Chaz Davies (4º) nella lotta per il secondo posto in campionato. Dal parco chiuso:

Torres: “Ho giocato d’attesa all’inizio, sapendo che le Kawasaki sono molto forti in quella fase, per poi cominciare a recuperare, facendo il mio ritmo. A me aiutava il motore, ma non è stato facile superare Sykes e Rea in staccata, io avevo qualche problema sull’anteriore. Sono molto felice, ho imparato tanto in questo primo anno. Dedico la vittoria alla squadra”.

Rea: “Sono restato tranquillo e paziente all’inizio. Non era facile superare Tom, ma quando ho sentito Torres arrivare ho dato il massimo. All’ultima curva ho provato a superare all’esterno, ma ho ‘sfollato’ e non ci sono riuscito. Sykes è arrabbiato? È un problema suo, gli ho dato la mano per scusarmi, non l’ha presa. Queste sono le corse”.

Sykes: “Sono partito bene ma poi ho iniziato a perdere il passo. La manovra di Rea nei miei confronti? Giudicate voi. Complimenti a Torres, devo cercare di migliorare in Gara Due, probabilmente lavorando sull’elettronica”.

LA CRONACA – Parte bene Sykes dalla pole position ma è Rea che si porta al comando alla prima staccata, salvo poi essere ripassato alla curva successiva dal compagno e da Davies, particolarmente agguerrito. Al quarto posto, Lowes riesce momentaneamente a tenere il passo con Suzuki, mentre le Aprilia sono qualche decimo più indietro insieme a Forés. Problemi meccanici per Camier con MV Agusta, che resta bloccato sulla griglia di partenza.

Sykes sigla un 1'57.317 al secondo passaggio e approfitta delle schermaglie tra Rea e Davies per prendere subito mezzo secondo abbondante di vantaggio. Più attardato Lowes, quarto a +1.380 con Haslam e Torres al seguito. Settimo Forés, oltre i tre secondi di ritardo, davanti a Vd Mark, Guintoli e De Puniet. Badovini e Canepa lottano ai margini della zona punti per la 13ª posizione.

I due ufficiali Kawasaki sono gli unici in grado di girare sotto 1’58, mentre Davies accusa 1.5 secondi di distacco ed è incalzato da Lowes. Procedono in tandem le Aprilia di Haslam e Torres, che mettono nel mirino Davies e Lowes. Alle loro spalle, Vd Mark e Forés tentano in tutti i modi di non perdere contatto con il gruppo degli inseguitori, distante due secondi.

Ad undici giri dal termine, Lowes prova a resistere ad un attacco deciso di Davies alla prima curva ma va lungo, rompe il motore ed è costretto immediatamente al ritiro. Davies resta dunque al comando del secondo gruppo, staccato di quasi tre secondi dalla coppia Kawasaki. Alla prima curva del giro successivo, il gallese allarga in staccata per non centrare Torres, che lo aveva passato in rettilineo, e si ritrova quinto alle spalle anche di Haslam. Torres, con pista libera davanti a sé, prende subito un secondo  e mezzo di vantaggio sul compagno di squadra e recupera cinque decimi sul duo di testa.

Ad otto giri dal termine, Rea rompe gli indugi e passa Sykes con una staccata aggressiva. Torres, nel frattempo, ha ricucito completamente lo strappo ed è sugli scarichi di Sykes. Tre giri dopo, Torres sfrutta la velocità della RSV4 nel rettilineo e si porta al comando davanti a Rea, prendendo subito mezzo secondo di margine. Sykes è terzo ad un secondo ma fatica a tenere il passo. La classifica fa il gioco di Davies, che minimizza i danni in quarta posizione alle spalle di Sykes.

Ultimo giro: Rea e Torres incrociano le linee e si scambiano le posizioni in due occasioni, ma è lo spagnolo a trionfare dopo aver resistito ad una spettacolare manovra all’esterno da parte del neo-campione all’ultima curva. È la prima vittoria di Torres in SBK, e la prima di Aprilia dal round di apertura. Terzo posto per Sykes, che resiste alla rimonta di Davies. Seguono Vd Mark, Haslam, Forés, Salom, Mercado, Guintoli, Badovini (11º), De Puniet, Rizmayer, Ponsson, e Vizziello.



Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti