Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: il titolo? quasi impossibile

"Non sento la pressione, ora devo solo pensare a migliorare per giocarmi la vittoria domani"

Lorenzo ha avuto un ombra rossa alle sue spalle in qualifica, l’ha seguito in pista e preceduto in classifica. Il cronometro ha registrato lo stesso tempo per Jorge e Iannone, ma l’italiano partirà 2° e lo spagnolo 3° domani a Phillip Island.

Ti ha dato fastidio?

Molto, lo darebbe a tutti. Avere un pilota dietro una volta va bene, ma due sono troppe. Sapevo che Iannone avrebbe potuto fregarmi la posizione. Poi lui è uno che parte bene in gara”.

Hai parlato con Andrea?

Sì, mi dato ragione e ha detto che proverà a ripagarmi in futuro”.

Già domani?

Magari (ride)”.

Scatterai comunque dalla prima fila…

Era importante essere veloce in qualifica, perché c’erano molti piloti pericolosi nel giro secco. Per poco non sono stato secondo, sarebbe stata la mia posizione. Va bene comunque, Valentino ha avuto qualche problema e partirà più indietro”.

Marquez ti ha sorpreso?

E’ migliorato molto rispetto a ieri. Anch’io nella mattina ho dovuto fare delle modifiche alla moto per avere più grip e il gap da Marc è diminuito. Spero di trovare ancora qualcosa domani per potermi giocare la vittoria.

Senti la pressione?

Sarà una gara molto importante per il campionato, logicamente c’è un po’ di tensione ma non la sento particolarmente.

Se non dovessi recuperare punti su Rossi, il titolo sarebbe perduto?

Secondo me è già ora quasi impossibile da vincere. La cosa importante è riuscire a lottare per la vittoria poi si vedrà”.

Di cosa hai bisogno?

Tutte le Yamaha hanno problemi con questa gomma posteriore, che è molto dura. Li ho io, li ha Valentino e anche i piloti di Tech3. La Honda invece può contare su una maggiore trazione”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti