Tu sei qui

SBK, Torres: il test di Biaggi un’arma in più

"Ha raccolto dati che sono riuscito a sfruttare. Pista adatta al mio stile". Haslam 6º: "Giornata dura"

Max Biaggi, suo malgrado, non correrà nel gran finale della SBK in Qatar, ma potrà comunque dire di aver dato il proprio contributo alla causa Aprilia. Nei quattro giorni di test della scorsa settimana, il Corsaro ha infatti raccolto molti dati utili per la messa a punto, che sono stati ovviamente messi a disposizione dei piloti ufficiali.

“Il test di Max ci ha aiutato – ha raccontato Torres, secondo al termine del venerdì di prove – Lui ha raccolto delle informazioni che sono riuscito a sfruttare bene”.

A dare man forte allo spagnolo non è stato solo Biaggi, ma anche il motore della RSV4, in testa alla classifica delle velocità di punta con i 316,7 km/h dello spagnolo.

“Certo, la moto mi aiuta tanto – ha detto il rookie catalano – Ci manca ancora qualcosa in accelerazione, ma nelle marce alte l’Aprilia va sempre molto forte. Abbiamo la migliore velocità massima, ma non dipende solo dal motore. Con un circuito largo, posso tardare a prendere la corda ed uscire più velocemente. E poi abbiamo lavorato bene nella galleria del vento durante tutto l’anno per migliorare l’aerodinamica”.

Torres, nonostante sia al primo anno in SBK, aveva già corso in notturna a Losail in Moto2. Un piccolo aiuto, anche se, ha sottolineato, “la velocità è molto diversa con la SBK, ma non è stato difficile trovare i riferimenti in staccata. È una pista che si adatta al mio stile di guida. È larga, scorrevole, rotonda. E poi posso disegnare come piace a me anche le curve più strette, cosa che non mi era mai capitato.”.

Meno soddisfatto Leon Haslam, risalito fino alla sesta posizione ma staccato di oltre sei decimi dal compagno di squadra.

“Onestamente come primo giorno è stato piuttosto duro – ha detto il britannico – Nella prima sessione abbiamo fatto più fatica del previsto, anche provando diverse soluzioni di gomma e di messa a punto. Nelle FP2 c’è stato un netto miglioramento per quanto riguarda il passo, anche se c’è ancora parecchio margine. Lavoreremo sodo questa notte, sperando di crescere domani”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti