Tu sei qui

MotoGP, Iannone: ho margine, posso stare coi migliori

Dovizioso: "devo progredire io prima ancora della moto". Petrucci: "in difficoltà sul passo gara"

Raramente i due Andrea sono stati così distanti. Iannone ha portato la GP15 al 4° posto mentre Dovizioso è nella parte centrale della classifica, 14°. In mezzo alla coppia di ufficiali, a Phillip Island, c’è Danilo Petrucci che con la Desmosedici dello scorso anno ha staccato il 7° tempo nel venerdì di Phillip Island. Prestazioni molto differenti e naturalmente anche l’umore dei tre piloti è diverso.

Il più positivo è naturalmente Iannone: “oggi non è stata semplice, faceva freddo e c’era molto vento ma siamo riusciti a migliorare la moto nel corso dei turni di prove. Non sono ancora perfettamente a posto, ma abbiamo capito la direzione da prendere e abbiamo ancora margine. Dobbiamo continuare a progredire”.

I primi riscontri sono comunque interessanti.

Nelle FP2, con gomme usare, sono riuscito a girare in 1’30”1, non sono stato solo veloce nel giro secco - sottolinea - Devo continuare a pensare di essere competitivo perché se lavoreremo bene potrò stare con i migliori, poi il risultato si vedrà”.

La strada è ancora lunga per Andrea Dovizioso che, con onestà, punta il dito contro se stesso.

Oggi non è andata bene - ammette - fatico a fare girare la moto e questo mi costringe a stare piegato per molto tempo. Bisogna migliorare l’assetto ma soprattutto il mio stile. Phillip Island è una pista diversa da tutte le altre, devo guidare in modo più delicato e riuscire a fare girare velocemente la moto. In questo momento anticipo troppo l’inserimento e inclino troppo la moto”.

Anche sul setup c’è da lavorare.

A Motegi eravamo riusciti a migliorare in frenata, ma su questa pista conta poco - spiega - Dobbiamo capire se quelle modifiche non siano controproducenti qui”.

Nonostante la buona prestazione, non è completamente soddisfatto neanche Danilo Petrucci.

Siamo tutti molto vicini nella lista dei tempi, è necessario compiere un altro passo in avanti - dichiara - Arrivo da due fine settimana negativi e devo assolutamente fare punti se voglio difendere la mia posizione in campionato. Oggi ho faticato con la gomma da gara, ma penso di avere capito quale direzione bisogna prendere”.

Il pilota di Pramac non è sereno.

Non sono soddisfatto - dice - Sono molti i piloti a essere veloci e io devo ancora trovare un buon ritmo, perché il mio passo non è da 7° posto. Questa non sembra una pista favorevole alla mia moto, ma devo difendermi. Ho molti dubbi sulle gomme a causa dei problemi di grip sulla distanza. Domani capiremo se potremo prendere in considerazione l’uso della soft”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti