Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: a Phillip Island più competitivi

Andrea Iannone: "punto sulle prossime piste, saranno positive per la Ducati"

A Motegi non era andata a finire come si poteva sperare. Iannone si era fermato per un problema al motore, Dovizioso aveva visto svanire il sogno di un podio con una gomma anteriore distrutta dopo pochi giri. In Giappone però c’erano state anche buone notizie, perché i due Andrea sull’asciutto avevano dimostrato di essere competitivi.

Phillip Island sarà un altro capitolo e i ricordi dello scorso anno permettono di partire con fiducia. Il Dovi era arrivato vicino al podio, anche se in una gara condizionata dal maltempo. C’è bisogno di raccogliere i frutti del lavoro e ottenere un risultato che dia morale alla ‘truppa’ rossa.

Storicamente, Phillip Island non è fra le piste preferite di Dovizioso ma il suo morale è alto.

Phillip Island non è una delle mie piste preferite, ma con la GP15 credo che quest’anno potremo essere più competitivi, e quindi dovrebbe essere un buon weekend per noi - auspica - Mi interessa molto vedere come andremo qui perché lo scorso anno non avevo un buon feeling con la mia moto. Durante lo scorso weekend a Motegi abbiamo però migliorato le nostre prestazioni e quindi anche qui ci impegneremo al massimo per ottenere un buon risultato”.

Anche Iannone punta al colpaccio.

A Motegi abbiamo disputato un buon weekend e siamo stati sempre competitivi, ma purtroppo domenica mi sono dovuto ritirare per un problema al motore della mia GP15 - ricorda - Peccato perché avevo tutte le carte in regola per disputare una bella gara e continuare nella mia striscia di risultati positivi, ma comunque in una stagione un risultato del genere ci può stare. Le prossime piste, a cominciare da Phillip Island, dovrebbero essere positive per noi. Questo circuito mi piace molto e quindi spero di riuscire a fare una buona gara domenica.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti