Tu sei qui

MotoGP, Motegi: Pole di Lorenzo, Rossi in scia

QP: terza piazza per Marquez, a precedere le due Ducati di Dovizioso e Iannone

Perfezionista, metodico in maniera quasi maniacale. Più di ogni altra cosa, velocissimo.

Jorge Lorenzo conquista la pole position sul circuito di Motegi, in casa della Honda, dopo un fine settimana letteralmente dominato. 1'43.790 il riferimento cronometrico del pilota Yamaha, che precede un Valentino Rossi sorprendentemente veloce, grazie ad un'ultima sessione di prove libere in cui sembra aver ovviato ad alcuni problemi.

Eppure Jorge non riesce a mascherare un velo di disappunto: "Il cambio moto per il mio ultimo tentativo? Alla fine penso che tra le due moto non cambiava nulla. Abbiamo salvato lo pneumatico morbido per l'ultima uscita. All'ultima ora le condizioni sono cambiate un pò e facevo leggermente fatica alla curva uno e alla curva cinque perchè avevo lo stesso setting di freno motore.

Il secondo tempo di Vale? E' riuscito a seguire gli altri e fare un bel tempo, io ho faticato un pò. E' stata una buona strategia la sua, mentre la mia non è stata la pole più entusiasmante".

Se Lorenzo sembra quasi - paradossalmente - contrariato per aver mostrato a Rossi qualche traiettoria nel primo tentativo - ci pensa Meregalli ad esaltare la prestazione di entrambi: "Jorge è stato subito fortissimo. Vale piano piano ha trovato un setting giusto. Non è stato facile, abbiamo provato di tutto. La mossa è stata azzeccata. Può darsi però che tutto il lavoro fatto domani si azzeri, le previsioni non sono buonissime".

Una seconda posizione estremamente soddisfacente per il leader in campionato, che chiude con un crono pari a 1'43.871. Un grande passo in avanti per Rossi, dopo un fine settimana iniziato male: "Stamattina abbiamo migliorato un pò ma sopratutto oggi pomeriggio belle mosse. nelle fp4 mi trovavo bene, abbiamo migliroato la frenata. ero confidente per la qualifica. peccato all'ultimo giro tra la curva sette e otto sono passato leggermente largo. per domani potrò esser competitivo con jorge, o almeno spero".

La prima fila viene chiusa da un Marc Marquez ancora leggermente infortunato con il dito della mano. Secondo il 'cabroncito' però, il problema ed il ritardo non è da ricondursi al suo problema fisico: "Si dai la mano non è male, mi da un pò di fastidio ma non è un problema molto grande. Stiamo lavorando molto con il setup. Perdiamo troppo in accelerazione, tutte le honda. stiamo cercando un compromesso tra grip e wheeling. domani le yamaha staranno davanti, poi per domani noi lotteremo con le Ducati".

1'44.216 il riferimento del portacolori Honda davanti al duo Ducati con il..duo di Andrea. Dovizioso davanti a Iannone con una Desmosedici che in questo fine settimana ha provato anche i deflettori posti sul cupolino. 1'44.322 il tempo di Dovizioso, 1'44.436 quello di Iannone. Sesta piazza per Pedrosa davanti ad Aleix Espargaro, Cal Crutchlow. Nono Bradley Smith, autore di due cadute, davanti a Vinales.

CRONACA DELLE QUALIFICHE

Le Q1 decretano il passaggio in Q2 di Vinales e Redding. Da sottolineare comunque la bella prestazione di Aprilia nelle prime qualifiche con Stefan Bradl. Le Q2 cominciano immediatamente fortissimo: il primo passaggio tirato vede Rossi in scia a Lorenzo. E la cosa si vede, perchè Rossi chiude con il giro più veloce, passato però da Iannone.

Secondo giro cronometrato e Rossi al T2 ha 267 millesimi di vantaggio, che diventano quattro decimi alla fine del terzo settore. Lorenzo invece rientra ai box con il quarto tempo.

1'44.222 il riferimento cronometrico di Rossi: prima posizione per lui. Jorge Lorenzo sta per rientrare quando mancano 8 minuti e quaranta secondi.

La pole provvisoria di Rossi è tre decimi sotto alla pole position di Dovizioso del 2014

Mancano sette minuti e trenta secondi: Rossi rientra ai box, mentre Lorenzo, che era rientrato anche per cambiare strategia e liberarsi dalla scia degli avversari, a sei minuti e mezzo ha iniziato il suo giro veloce. Al primo intertempo Lorenzo ha 28 milesimi di ritardo che diventano 30 di vantaggio al T2. Al terzo intertempo si arriva a 66 millesimi di vantaggio.

Sul rettilineo dei box arriva il maiorchino: 1'43.990. Pole position provvisoria di Jorge Lorenzo che nell'ultimo settore guadagna due decimi. Lorenzo rallenta mentre in molti stanno uscendo per un ulteriore tentativo. Lorenzo invece continua a tirare per tornare in tempo ai box, cambiare moto e poter fare un ultimo tentativo

Maruqez e Rossi si trovano già nel loro giro veloce mentre Lorenzo esce dai box. Sia lo spagnolo che l'italiano hanno un ritardo di due decimi al primo settore. Iannone invece accende tre caschi gialli. Il pilota ducati è terzo. Caduta per Bradley Smith all'uscita del tunnel prima dei box.

Rossi sul traguardo chiude con sei decimi di ritardo.

Marquez ci riprova e ha tre millesimi di vantaggio su Lorenzo al t1, ma 10 millesimi di ritardo al t2. Rossi al contempo ha 136 millesimi di vantggio al t2. Marquez rimane in linea al t3, e sul traguardo chiude in seconda posizione a 226 millesimi di ritardo da Lorenzo.Rossi arriva sul traguardo e chiude in 1'43.871, ma sta arrivando Jorge Lorenzo....

Lo spagnolo ha un decimo di vantaggio sul tempo di Rossi al T3. Sotto la bandiera a scacchi è un Lorenzo da record che chiude in 1'43.790. Pole position!

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti