Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: Rossi, 'nemico' solo per altre 4 gare

"Un po' tensione è normale, siamo entrambi competitivi. Il miglior tempo? sono il primo a essere sorpreso"

Il cronometro ha parlato per Lorenzo prima ancora del diretto interessato. I dubbi sulle sue condizioni fisiche sono scomparse ed hanno lasciato il posto alla sicurezza che sarà ancora una volta lui l’uomo da battere. Il maiorchino non ha avuto neppure un tentennamento, si è lanciato in pista puntando a quel primo posto che sembra essere l’unico risultato utile per lui.

In verità il primo a essere sorpreso sono io, non mi aspettavo di stare così bene - ammette - Invece sono stato subito veloce dal primo turno è ho continuato a progredire”.

Nessun dolore?

La spalla non è perfetta, non fa molto male ma mi causa un poco di fastidio in frenata e nei cambi di direzione, dove non sono veloce come vorrei”.

Qual è il segreto?

Penso sia un insieme di cose, questo circuito, la moto, tutte circostanze ideali. Di una cosa sono sicuro, con la M1 dello scorso anno non sarei in prima posizione”.

Fisicamente sei preoccupato per la distanza di gara?

Da una parte che la spalla migliorerà ancora, dall’altra che sforzarla ogni giorno rallenterà questo processo. I due fattori si equivalgono, starò meglio ma non così tanto come avrei potuto. Comunque non si tratta di una lesione troppo grave, riesco a essere costante”.

Rossi invece sta faticando…

Non è stato uno dei suoi giorni migliori, ma domani farà qualche modifica all’assetto e sarà più veloce. Poi sappiamo quanto sia sempre competitivo domenica”.

Questa sera guarderà la tua telemetria?

Certo, come farò io con la sua. Comparare i dati è sempre positivo, si può imparare qualcosa”.

Ora che si avvicina la fine del Mondiale come sono i vostri rapporti?

La relazione nel box è sempre buona, parliamo solo un po’ meno l’uno con l’altro. Una piccola tensione è normale, siamo entrambi molto competitivi e ci giochiamo il titolo. Sono sicuro che, una volta finito il campionato, la nostra relazione tornerà come all’inizio della stagione.

Pensando agli avversari, Rossi dice che le Ducati potrebbero essere tue alleate…

Forse, ma io credo che Valentino abbia ancora molto margine e difficilmente in gara riusciranno a stargli davanti.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti