Tu sei qui

MotoGP, Rossi: Ducati? un alleato per Lorenzo

"Di solito si mettono fra me e lui. Piccolo progresso con la gomma nuova, non sono a posto con il bilanciamento"

Siamo alle solite, Lorenzo vola a Motegi e Rossi ha fatto qualche passo falso nella prima giornata di prove. Ieri Valentino aveva detto di non farsi troppe illusioni sui guai di Jorge e i fatti gli hanno dato ragione. Il maiorchino ha dominato il venerdì giapponese, mentre il Dottore si è dovuto accontentare dell’ottavo posto.

E’ quello che ti aspettavi?

Il risultato finale non è stato fantastico, di solito quando si monta una gomma morbida nuova si riesce ad abbassare i tempo di mezzo secondo, 6 decimi ma non è stato così. Mi aspettavo una passo avanti importante perché fino a quel momento ero andato bene, invece non è successo”.

A cosa è dovuto?

Non siamo a posto con il bilanciamento della moto e stressiamo molto la gomma posteriore. C’è molto lavoro da fare, dobbiamo capirne le cause”.

Lorenzo non sembra soffrire troppo per la spalla…

E’ incredibile quello che ha fatto con un infortunio così, pensa se stava bene! (ride) Scherzi a parte, evidentemente non sente troppo dolore. Me lo aspettavo competitivo e al momento è lui quello con il passo migliore”.

Anche le Ducati sembrano delle partita...

Mi è capitato di seguire i due Andrea ed entrambi qui guidano bene. La Ducati si è dimostrata molto competitiva e soprattutto veloce in rettilineo, mi dà una decina di chilometri sul dritto. In qualifica, grazie alla gomma più morbida, sarà un osso duro”.

Un alleato?

Se si mettessero davanti Jorge… ma solitamente non succede così. Lorenzo riesce a fregarli e me li trovo davanti, quindi sono a suo favore. Ma non dimentico neppure Pedrosa che è veloce, mentre in questo momento Marquez sembra soffrire un po’ a causa dell’infortunio”.

Un altro duello con Pedrosa?

Il corpo a corpo mi piace, anche quando mi alleno al Ranch con i piloti della mia Academy, e ci sono portato. Però conta molto anche il fattore tecnico, per esempio ad Aragon Dani era più efficace di me in staccata. Qui Pedrosa potrebbe fare un duello con Lorenzo e magari ottenere lo stesso risultato della Spagna contro di me (ride)”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti