Tu sei qui

Moto2, Motegi: Luthi precede Zarco e Rabat dice stop

FP1 - Lo svizzero davanti a Zarco per una manciata di millesimi, Rabat infortunato dichiara forfait

Weekend probabilmente decisivo quello che si apre con la prima sessione di prove libere sul tracciato di Motegi per i piloti della Moto2. Johann Zarco ha qui a disposizione un secondo match point, dopo quello di Aragon, per chiudere i giochi del campionato a quattro gare dal termine.

Un weekend che si apre con un primo fattore decisivo che vede le non perfette condizioni fisiche del più diretto inseguitore del pilota francese.Tito Rabat, secondo in classifica a 78 punti da Zarco, si è presentato sul Twin Ring reduce da un intervento chirurgico a cui si è sottoposto per rimediare ad un infortunio al braccio sinistro procuratosi in allenamento. Ha provato a stringere i denti il Campione del Mondo, ma ha chiuso la classifica della Fp1 con l'ultimo tempo ed ha deciso di dichiarare forfait.

Il primo turno di prove vede lo svizzero Thomas Luthi partire subito forte. Per lui il riferimento di 1.51"556, che lo colloca in vetta proprio su Zarco beffato per appena 0.012 millesimi. Terza posizione per Sandro Cortese, staccato di poco più di mezzo secondo dalla vetta.

Quarto a seguire ed a soli 2 miilesimi dal terzo posto troviamo Sam Lowes che precede Jonas Folger e Alex Rins rispettivamente a +0.634 e +0.641 decimi da Luthi. Settimo ed ottavo crono per Luis Salom e Axel Pons che sopravanzano in classifica il primo degli italiani, Simone Corsi, che chiude il primo turno di libere con il nono tempo a +0.794 dalla prima casella.

Pattuglia italiana in Moto2 che vede purtroppo la defezione di Franco Morbidelli che, infortunato e dopo aver provato le sue condizioni su una moto stradale, ha preferito dare forfait per la tappa giapponese. Lo rivedremo in Australia o più probabilmente in Malesia. Lorenzo Baldassarri non va oltre la 16esima posizione a +1.194 dalla testa della classifica.

Di seguito l'ordine dei tempi della prima sessione di prove libere



Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti