Tu sei qui

SBK, STK600: Fernandez domina sul bagnato

Seconda posizione per il giovanissimo Bassani. Momenti di paura per Rinaldi

STK600: Fernandez domina sul bagnato

Proviene dalla scuola di Jorge Lorenzo, guida in maniera pulita ed estremamente sensibile. Oggi, sulla pista umida di Magny Cours, Augusto Fernandez ha conquistato il primo alloro, con una Honda del team Junior Pata. Semplicemente di un'altra categoria.

Lui - vincitore eccellente - ed Axel Bassani, giovanissimo italiano su Kawasaki. Due ragazzi che hanno staccato il resto della truppa fin dai primi momenti di una gara (anche) ad eliminazione, dove la lettura delle condizioni, il coraggio, la sensibilità hanno fatto la differenza. Guidavano con giri più veloci anche di due, tre secondi sui diretti inseguitori, questi due fuggitivi, con Bassani che alla fine ha ceduto il passo a Fernandez, in grado di allungare ed andare a vincere:

"E' stata dura all'inizio. Tanti piloti, con il bagnato. Poi piano piano ho provato un buon passo. La pista era scivolante, scivolosa, pericolosa. Come festeggio? Non lo so. Cena con il mio team!".

Secondo, come detto, Axel Bassani, quasi incredulo al parco chiuso: "Sinceramente non mi aspettavo di essere cosi avanti. Poi quel jolly. Mi sembrava di esser per terra ma l'ho recuperata. Poi, ho provato a recuperarlo, ma alla fine ho preferito lasciar stare e gestire". Terza piazza per Toprak Razgatlioglu, che ha gestito una gara in solitaria, davanti a Luca Vitali, in grado di resistere a Mikhalchik.

Paura per l'incidente che ha coinvolto Christopher Gobbi e Michael Ruben Rinaldi con il primo scivolato all'Adelaide e con la sua Yamaha R6 che ha letteralmente centrato da dietro l'incolpevole portacolori Kawasaki. Momenti di apprensione con il pilota sdraiato, ma con la notizia confortante di un trauma cranico e un infortunio al polpaccio, ma fortunatamente nulla più a sentire il dottor Corbascio:"Rinaldi si sta riprendendo. Ha un po di dolore alla testa, ma un pò di dolore al polpaccio, ma si sta riprendendo"


CRONACA DI GARA

Al via scatta bene Rinaldi, ma alla prima curva Razgatlioglu prende la prima posizione leggermente di forza. Tutto il gruppo è compatto con tutti i piloti che guidano sulle uova, molto prudenti, fino alla staccata dell'Adelaide. Augisto Fernandez alla staccata prova l'assalto ma chi ne approfitta con intelligenza e MIchael Ruben Rinaldi. Chi è davanti ha il fardello di capire le condizioni della pista. Serve molta sensibilità. Lo stesso Tuuli si tocca con Fernandez e passa terzo. Ottimo secondo anche Axel Bassani, che alla penultima staccata passa in testa e difende subito la posizione. Nemmeno un giro e finisce la gara di Andrea Tucci.

Axel Bassani, 15 anni si porta al comando in 2'06.228 e prende subito otto decimi a Niki Tuuli che però cade al secondo passaggio, lasciando la seconda piazza ad Augusto Fernandez, seguito da Michael Ruben Rinaldi che perde anche la terza piazza in favore di Toprak Razgatlioglu, terzo a 3.3 secondi dalla vetta.

La pista è ancora umida dopo tre passaggi ma un pallido sole sta uscendo fuori. Bassani continua a dominare con 2.1 secondi di vantaggio su Augusto Fernandez e 3.5 secondi su Razgatlioglu. Brutto incidente tra Gobbi e Rinaldi. Il pilota del team Italia rimane sdraiato in terra alla Adelaide. Per fortuna vedendo la dinamica della caduta, incredibile, Rinaldi sembra aver preso solo una botta, con un contraccolpo forte. La dinamica ha visto la moto di Gobbi scivolare alla staccata dell'Adelaide e fare letteralmente strike sul povero Rinaldi, letteralmente abbattuto.

Sesto passaggio e Bassani rischia una caduta con un Highside da brividi alla Imola, ed è costretto a lasciar spazio ad Augusto Fernandez che prende subito sette decimi sul giovanissimo italiano. I primi due girano tre secondi più forte di Vitali, quarto e quattro rispetto a Hugo Clere, quinto. Passata la metà gara, Augusto Fernandez continua a giocare Jolly, ma mantiene un vantaggio di un secondo su Bassani. Toprak Razgatlioglu ha oltre otto secondi di ritardo. E' una lotta tra questi due giovanissimi. Rinaldi nel frattempo è stato portato al centro medico.

In pista, Axel Bassani fa il giro più veloce in 2'00.639 e si porta ad otto decimi su Augusto Fernandez a cinque giri dalla bandiera a scacchi. Otto passaggi completati e Fernandez e Bassani sono gli unici a girare sotto il muro dei due minuti. 1'59.790 il riferimento dell'italiano, due decimi peggio lo spagnolo di casa Honda. Bassani commette un errore e perde terreno al nono passaggio, tanto che il ritardo è di 2.7 secondi. Dal centro medico notizie rassicuranti su Rinaldi: un trauma cranico e dolore al polpaccio, ma il pilota è cosciente, con un pò di mal di testa.

Vedendo la dinamica, semrberebbe esser andata bene. Il vantaggio nei confronti di Bassani arriva a quasi cinque secondi, quando mancano due giri al termine. Addirittura si arriva ai doppiaggi da parte di Fernandez. Bandiera a scacchi: Fernandez vince in scioltezza l'ultima gara della stagione europea Stock600

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti