Tu sei qui

SBK, Biaggi, 4 notti (di test) per un sogno

Il romano proverà a Losail da lunedì a venerdì (mercoledì escluso). Motore 'fresco' in arrivo

Max Biaggi ha preso il volo, con destinazione Qatar, per preparare al meglio la sua terza gara stagionale sulla Aprilia SBK. Quattro giorni – o meglio, notti – di test in totale per il romano, da lunedì a venerdì con pausa il mercoledì, che al suo fianco avrà la squadra che già lo aveva accompagnato a Misano e Sepang, capitanata dal tecnico di fiducia Paolo Biasio (con lui nella foto).

Il Corsaro correrà per la prima volta sotto le luci del circuito di Losail, dove ha ottenuto una vittoria e cinque ulteriori podi in SBK, anticipando quella che potrebbe essere una notte magica. Il primato di pilota più “vecchio” a vincere una gara in SBK già gli appartiene (nel 2012, al Nürburgring, trionfò all’età di 41 anni, 2 mesi e 14 giorni), ma riscrivere il record a tre anni dal ritiro avrebbe tutt’altro sapore.

Il circuito di Losail, sulla carta, si sposa bene sia con le caratteristiche della RSV4 che del pilota, che per l’occasione potrà contare su un motore “fresco” a disposizione. Da wild-card, Biaggi ha punzonato tre motori, uno dei quali è stato esaminato dalla commissione tecnica dopo Sepang e potrà quindi essere sostituito con uno nuovo. Regolamento alla mano, la partecipazione ad una terza gara farà di Biaggi un pilota permanente. Secondo l’articolo 2.3.9 del regolamento, il numero di motori a disposizione per chi entra a campionato in corso sarà proporzionato a quello delle gare rimaste (in questo caso, una). Tutto invariato quindi per il sei volte iridato, che ne aveva già punzonati tre, ma potrà contare su una “cura ricostituente” per quanto riguarda uno di questi. La notte del giudizio si avvicina.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti