Tu sei qui

SBK, Sykes: il 2º posto? Voglio farcela da solo

"Non chiederò aiuti, voglio vincere e battere Davies". Rea: "Voglio tornare subito sul podio"

Sykes: il 2º posto? Voglio farcela da solo

I due alfieri ufficiali di Kawasaki, Tom Sykes e Jonathan Rea, si sono divisi equamente il primato ai vertici della classifica dei tempi a Magny Cours nella FP1 ed FP2. Con il titolo Piloti e Costruttori già in cascina, l’obiettivo principale della squadra resta quello di sigillare un uno-due nella classifica. A questo proposito, Sykes (3º) deve recuperare 22 punti da Chaz Davies, che lo ha preceduto di 29 millesimi nella combinata. Il britannico potrebbe chiedere una mano al compagno Rea, ma preferisce farcela da solo.

“Sono contento di quanto fatto oggi, e ovviamente il mio obiettivo per questo fine settimana è battere Davies e vincere gare – ha commentato Sykes – Abbiamo qualche idea per migliorare ancora, e saremo pronti a prescindere dalle condizioni meteo. Mi piacerebbe assicurarmi il secondo posto in campionato con le mie forze, e sicuramente non chiederò aiuto a nessuno. È una patata bollente, che spesso dà adito a critiche”.

Libero da pressioni, Rea (unico sotto 1'38) può invece andare a caccia del record assoluto di punti una stagione (552, di Colin Edwards nel 2002). Al campione in carica, che in Francia può anche contare sull’anteriore preferito (la SC2 di gamma, non disponibile a Jerez), ne servono 75 con 100 ancora sul piatto.

“Siamo partiti forte e fa sicuramente piacere essere tornati al vertice – ha detto Rea – A Jerez abbiamo faticato più del previsto, quindi il mio obiettivo è innanzitutto di tornare sul podio. Era importante fare un buon lavoro oggi, perché secondo alcuni potrebbe piovere domattina”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti