Tu sei qui

SBK, Honda, Guintoli: un venerdì a due facce

"Subito forte al mattino, ma poi nessun miglioramento". Vd Mark: "Rallentato da problemi tecnici"

Honda, Guintoli: un venerdì a due facce

Il venerdì di Honda a Magny Cours era iniziato su una nota positiva, con Sylvain Guintoli e Michael Vd Mark in quinta e nona posizione rispettivamente al termine della FP1, ma ha preso una piega diversa al pomeriggio, con entrambi i piloti incapaci di abbassare significativamente i propri riferimenti. Guintoli, alla penultima danza con la CBR prima di passare a Yamaha con Crescent, ha addirittura girato 18 millesimi più lento nella FP2, accusando +1.410 di distacco nella combinata.

“Al mattino abbiamo iniziato con il piede giusto – ha commentato il francese – Siamo subito riuscire a fare tempi buoni ed eravamo a soli quattro decimi dai primi. Nel pomeriggio è diventato difficile migliorare, tanto che di fatto ho soltanto replicato il tempo della FP1. Mi sembrava di essere al limite, ma domani lavoreremo sulle geometrie per migliorare. Ci manca anche un po’ di velocità massima (286,5 km/h contro i 293.5 di Davies, ndr)”.

Vd Mark, dal canto suo, ha anche pagato dazio con alcuni problemi tecnici che lo hanno tenuto ai box a intermittenza, impedendogli di trovare il giusto ritmo. Sulla scorta del terzo posto a Jerez, tuttavia, il 22enne olandese è ottimista riguardo alle possibilità di scalare la classifica a partire da domattina.

“Al mattino siamo partiti bene ma ho avuto un problema negli ultimi dieci minuti che mi ha impedito di sfruttare una gomma nuova – ha dichiarato Vd Mark – Al pomeriggio abbiamo perso un altro po’ di tempo, quindi non sono riuscito a fare molti giri né a trovare un buon passo. I tempi sul giro sono migliorati sul finale, ma non sono certo perfetti. È solo questione di pratica”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti