Tu sei qui

SBK, Ducati: Chaz Davies a caccia di Rea

"Ho vissuto dei giorni strani qui in passato. Oggi abbiamo cominciato bene". Scassa: "Ancora rigido in moto"

Ducati: Chaz Davies a caccia di Rea

Una giornata in crescendo quella per Chaz Davies in terra francese. Il gallese si sta giocando il secondo posto in campionato con Tom Sykes, e dopo una mattinata conclusa in terza piazza, nel pomeriggio arriva la zampata che, fino a poco dal termine, lo aveva relegato in prima piazza, dopo esser battuto nel finale da Rea. Seconda piazza quindi per Davies al termine di una giornata soleggiata ma comunque fredda.

Per domani, la caccia al campione del mondo è aperta.

"Tutto sommato, sono contento di com’è andata oggi" ha detto Davies. "Ho sempre vissuto dei giorni strani qui a Magny-Cours in passato, ma oggi abbiamo cominciato bene e spero di poter continuare così anche domani.

Abbiamo continuato con il lavoro svolto durante i test di Jerez, concentrandoci anche sulla scelta delle gomme…

Abbiamo ancora del lavoro da fare domani e vorrei migliorare il comportamento della Panigale nelle curve, ma sono soddisfatto dei progressi visti oggi.

Giornata di apprendimento per Luca Scassa, che ha dovuto togliere la ruggine in questo venerdi di Magny Cours che lo ha portato a chiudere prima in undicesima piazza nella mattinata, poi fino alla nona: " E’ andata bene oggi, anche se mi sento ancora un po’ rigido sulla moto.

Abbiamo cominciato utilizzando la base che avevamo a Jerez in occasione dei test. Domani faremo altre modifiche che dovrebbero farci fare uno step in avanti, soprattutto nelle curve molto lente, ma devo dire che sono contento della moto.

Sono piuttosto io che devo lavorare per adattarmi, sia alla moto che alla pista. Per me se domani pioverà non cambierà molto e sarà una bella sfida in più, ma se grazie al mio risultato odierno riuscissi a qualificarmi direttamente per la Superpole 2 sarei molto soddisfatto…”

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti