Tu sei qui

SBK, Magny Cours, nuova gomma da pioggia

Più mescole dure contro il freddo. Torna disponibile anche la SC2 anteriore preferita da Rea

Magny Cours, nuova gomma da pioggia

Il Campionato Mondiale eni FIM Superbike si avvicina al gran finale e questo fine settimana farà tappa sul circuito francese di Magny-Cours per il penultimo appuntamento stagionale. Grande attesa per la Stock1000, con Savadori e Tamburini a giocarsi il titolo, oltre che nella WSS, con Sofuoglu ad un passo dalla meta. La SBK ha invece già incoronato Jonathan Rea campione, ma piloti e squadre non staranno certo con le mani in mano, impegnate a portare avanti lo sviluppo e mettere in cascina qualche risultato di prestigio per chiudere in bellezza il 2015.

L’appuntamento francese è spesso caratterizzato da temperature basse e meteo variabile. Un banco di prova importante per Pirelli, che per l’occasione porterà un pneumatico da pioggia completamente nuovo per disegno battistrada, struttura e mescola.

In totale, per l’anteriore verranno fornite tre soluzioni slick, due in mescola SC1 e una in mescola SC2. La prima SC1 è la T1616, che ha debuttato ad Jerez ma che i piloti avevano potuto provare anche nel corso dei test effettuati a Portimão a giugno, studiata per garantire maggiore stabilità rispetto alla soluzione di gamma, limitando eventuali fenomeni di movimento a caldo. La seconda SC1 disponibile è la S1699, disponibile da Aragón nel 2014, che offre un maggior sostegno nell’approccio alle curve a favore di una migliore precisione di guida ed è stata la soluzione gettonata quest’anno.  Torna disponibile anche la SC2 di gamma (la preferita dal campione Rea), studiata per temperature esterne elevate perché garantisce solidità alla fascia battistrada.

Al posteriore saranno portate due soluzioni in mescola morbida SC0 e una in mescola SC1. La SC0 di gamma, ideale per affrontare asfalti lisci e temperature elevate, ha debuttato in Thailandia e finora è stata portata anche a Aragón, Assen, Imola, Donington, Portimão, Laguna Seca, Sepang e Jerez. In alternativa a quella di gamma, i piloti potranno utilizzare la T0611, soluzione di sviluppo che ha debuttato a Imola ed è stata portata anche a Portimão, Misano, Laguna Seca, Sepang e Jerez. L’ultima soluzione disponibile è la SC1 T1392, che ha debuttato ad Aragón e si differenzia dalla SC1 di gamma per un diverso sistema costruttivo che le garantisce un comportamento più omogeneo e costante per tutta la durata della gara.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti