Tu sei qui

Rossi preoccupato: sono il più lento

"Con il caldo mi manca mezzo seconda da Lorenzo e le Honda, spero nel warm up e in temperature più basse"

E’ una vigilia difficile per Rossi e non per la seconda fila da cui partirà domani ad Aragon, ma per il suo ritmo di gara. Oggi Lorenzo e le due Honda sono state un passo davanti a lui, significa che se non recupererà il gap potrebbe andarsene dalla Spagna con un vantaggio in classifica su Jorge drasticamente ridotto. Il maiorchino non ha praticamente sbagliato nulla, rafforzandosi turno dopo turno mentre il Dottore ha scoperto che l’inseguimento è più difficile del previsto.

Valentino, qual è la situazione?

Oggi è stata una giornata più difficile di quella di ieri, soprattutto nel pomeriggio. Al mattino sono riuscito a essere abbastanza veloce sia sul passo che sul giro secco, ma con l’aumentare delle temperature mi sono trovato nei guai con le gomme. I problemi maggiori sono al posteriore, ma anche all’anteriore non mancano”.

Partire 6° è un altro limite?

Non ho fatto delle qualifiche fantastiche ma tutto sommato la seconda fila va bene. La cosa che mi preoccupa maggiormente è il mio ritmo, questo pomeriggio sono stato mezzo secondo più lento dei migliori, cioè Lorenzo e le due Honda. Non mi aspettavo di essere così lontano, nelle FP4 gli altri hanno mantenuto la loro velocità mentre io ho rallentato”.

Quali sono le contromisure?

Il warm up per me sarà molto importante, faremo dei grandi cambiamenti alla moto e potremo capire se riusciremo a migliorare. Bisogna assolutamente trovare qualcosa in più, riuscire a stressare meno le gomme”.

Hai già in mente una strategia per la gara?

Innanzitutto ci saranno ancora 20 minuti per sistemare la moto e poi scoprire quale condizioni troveremo. Come ho detto, con temperature più basse vado meglio”.

La scelta delle gomme è aperta?

Dobbiamo usare per forza la mescola più morbida, perché con la dura la moto di muove troppo e diventa difficile da controllare. Però la soft è un po’ troppo morbida per il mio peso e il mio stile di guida, si adatta meglio invece alle caratteristiche di Lorenzo”.

Tu non puoi sbagliare, Lorenzo deve vincere per recuperare: chi ha più pressione?

“Senza dubbio è meglio avere 23 punti in più che in meno, siamo in due situazioni diverse ma la pressione è la stessa”.

Farai la gara su Lorenzo?

Piuttosto mi concentrerò su di me. Probabilmente Jorge è il più forte, anche se il suo passo non è chiarissimo, poi c’è Pedrosa che mi sembra migliore per ritmo di Marquez e alla fine anche Iannone non è male. Domani però potrebbe cambiare tutto”.

Hai usato di nuovo le ali sotto il cupolino, lo farai anche in gara?

Il problema è che sono molto lento in rettilineo e ho provato a montarle per vedere se la situazione migliorava, ma così non è stato. Non le userò domani”.

Articoli che potrebbero interessarti