Tu sei qui

MotoGP, Marquez: lontani da Yamaha? non sul ritmo

"Sto cercando di adattare il mio stile di guida". Pedrosa: "M1 migliore di Honda? so solo che siamo dietro"

Marquez e Pedrosa non sono soddisfatti, Aragon doveva essere una pista amica per la RC213V e invece sta mettendo in luce il suo punto debole. La mancanza di aderenza al posteriore in entrata di curva sta limitando le loro prestazioni e il lavoro per trovare una soluzione non sta dando i frutti sperati. Dal Giappone è arrivato un nuovo forcellone - che ha provato solo Marc - un piccolo aiuto che però non cambia la situazione.

Oggi ho lavorato molto per cercare di migliorare l’entrata in curva - spiega - Ho anche provato a modificare il mio stile di guida perché non riesco a fermare la moto come lo scorso anno. Devo frenare prima, il posteriore galleggia e quindi sono costretto a stressare la gomma anteriore. Ho cercato di trovare un compromesso, puntando sulla velocità a centro curva”.

La coperta è corta.

Abbiamo agito anche sul freno motore, perché non funziona nel modo corretto - continua - Tutto sommato, pensavo che dopo i test le Yamaha avessero un vantaggio ancora più grande. Il distacco sul giro secco è importante ma non ho montato la gomma morbida a fine turno, mentre sul passo siamo molto più vicini. Diciamo che ci mancano un paio di decimi al massimo”.

Infine Marc ha commentato il nuovo forcellone.

L’avevo già provato a Misano durante i test Michelin e non è male - spiega - Però non offre neppure un vantaggio in termini di tempo sul giro, non c’è una grande differenza dal precedente”.

Dani Pedrosa è d’accordo con il compagno di squadra. La RC213V è una moto nervosa e i limiti arrivano da questo suo comportamento.

In questa pista soffriamo di più perché per le sue caratteristiche la moto è più difficile da controllare - dice - Purtroppo ho avuto qualche problema al mattino e questo mi ha fatto perdere tempo prezioso. Però ho potuto fare delle comparazioni con le gomme, anche se la scelta non è ancora chiara”.

Le Yamaha sono in vantaggio.

Non so se la loro moto sia migliore della nostra, so solo che in questo momento siamo dietro e dobbiamo recuperare”, chiude il discorso.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti