Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: ho un segreto per andare più veloce

"Quest'anno ho capito alcune cose. Oggi una buona giornata ma non sono ancora al mio limite"

Il martello Lorenzo non sbaglia un colpo e batte forte sull’incudine di Aragon. Primo in entrambi i turni, un tempo che ha stracciato la resistenza degli avversari: la cronaca della prima giornata. I passi falsi di Silverstone e Misano pesano sulla sua classifica, ma in Spagna vuole ribaltare la situazione. Rossi gli ha riconosciuto una concentrazione a livelli altissimi.

La concentrazione è migliorata ma i risultati sono peggiorati - scherza il maiorchino - E’ vero che negli ultimi due Gran Premi mi sentivo meglio che mai ma poi sono state le peggiori gare della stagione, a volte va così”.

Jorge ora tiene d’occhio le previsioni meteo e spera che il cielo non gli riservi altre brutte sorprese.

Ho iniziato nel migliore dei modi questo fine settimana - sottolinea - e sono particolarmente soddisfatto perché questa è una delle piste peggiori per la Yamaha sulla carta. Valentino dice che sono più forte rispetto allo scorso anno? Diciamo che ho capito alcune cose che mi permettono di andare più forte, ma non svelerò quali sono, è un segreto”.

Intanto parla il cronometro e Lorenzo si fa cauto.

Il vantaggio su Rossi non è così grande come appare, se non nel giro secco. Il nostro passo è simile - avverte - Del resto non ho ancora raggiunto il mio limite, devo continuare a lavorare e soprattutto in ottica gara. Anche Marquez è vicino come ritmo e lui non ha usato la gomma nuova a fine turno”.

La differenza potrà farla la scelta delle gomme.

Questo asfalto è molto abrasivo - osserva- Per quando riguarda la durata la più dura al posteriore è migliore, però si muove molto in accelerazione e rende la moto difficile da controllare. La morbida invece scivola di più, ma è più facile da gestire”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti