Tu sei qui

MotoGP, Rossi: l'unica cosa importante è vincere

"Spero che i dati dei test mi aiutino ad Aragon". Lorenzo: "ho fiducia in me e nella squadra, sono pronto"

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sono due guerrieri con le stesse armi  in pugno. Ognuno conosce i pregi e difetti dell’altro e lo scontro finale è sempre più vicino. I 23 punti di vantaggio in classifica sono un bonus per il Dottore che però non gli permettono di dormire sonni tranquilli. Con 5 gare ancora da correre e 125 punti da assegnare, non c’è ancora niente di scritto.

I GP recenti hanno insegnato che le previsioni della vigilia spesso vengono disattese, Aragon sulla carta sarebbe favorevole a Lorenzo (e soprattutto alle Honda) ma i recenti test svolti da Yamaha ad Aragon prima di Misano potrebbero cambiare ancora una volta i valori in campo. Sicuramente non sarà una volata semplice e gli imprevisti possono essere all’ordine del giorno.

Come ho già detto tante volte, ogni gara fa storia a sé - riflette Rossi - Ci sono ancora 5 Gran premi da qui alla fine della stagione, possono essere tante o poche, non lo so, dipende dai punti di vista. Ma so che sarà importante vincere. Ora andiamo ad Aragon, una pista in cui abbiamo fatto dei test qualche settimana fa. Erano andati bene ma anche Jorge era stato veloce. I nostri rivali sono solitamente forti qui, perciò questo fine settimana sarà una grande sfida. Dovremo lavorare bene dal primo giorno e sperare che i dati dei test ci aiutino. L’atmosfera in squadra è molto buona, mi sento bene e sono pronto a tornare sul podio”.

Lorenzo attualmente riveste il ruolo di cacciatore dietro alla lepre Valentino.

A Misano, come a Silverstone, la posizione finale non è stata quella che pensavo - ammette - E’ stato molto deludente, specialmente considerando il passo che avevo mostrato per tutto il fine settimana, ma sfortunatamente per due volte di fila ci siamo trovati ad affrontare condizioni complicate in gara. Da adesso in poi la lotta per il titolo sarà molto serrata, ma credo in me stesso e nella mia squadra. Dobbiamo solo continuare a provarci fino alla fine e combattere in ogni gara per recuperare punti su Valentino. Sta guidando bene e ha ottenuto punti importanti nelle ultime gare, ma sono abbastanza fiducioso di potere migliorare nelle ultime gare e sono pronto a lottare”.

A iniziare dalla gara spagnola.

Anche se Aragon non è una delle mi piste preferite, ho buoni ricordi e l’anno scorso ho ottenuto una grande vittoria, per di più in condizioni difficili. Non mollerò, e questo fine settimana sarà la prima occasione per prolungare la lotta per il titolo”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti