Tu sei qui

MotoGP, Iannone: ad Aragon sarà dura ma ci sarò

Il pilota di Vasto correrà con una sublussazione alla spalla. Dovizioso: "voglio rifarmi dopo Misano"

La sfortuna non ha proprio voglia di lasciare stare Andrea Iannone, che andrà ad Aragon con una sublussazione alla spalla sinistra. Mercoledì scorso è stato protagonista di una banale caduta durante un allenamento a piedi che ha riacutizzato il problema all’articolazione infortunata durante i test a maggio.

Il pilota di Vasto ha subito iniziato delle sedute di tecarterapia per prepararsi al meglio alla tappa spagnola ed è sicuro che correrà. Le sue condizioni fisiche, però, non potranno essere sicuramente le migliori e Andrea dovrà stringere i denti e lottare una volta ancora contro il dolore.

Purtroppo la settimana scorsa sono inciampato mentre mi stavo allenando: cadendo, ho messo le braccia in avanti per proteggermi, ma ho fatto un movimento brusco e la spalla è uscita di nuovo - racconta Iannone - Mi sono sottoposto ad alcune sedute di tecarterapia, due ore al giorno, ma sarà sicuramente un weekend difficile per me, perché la pista ha molti cambi di direzione, saliscendi e frenate. Non sarò ovviamente al 100% delle mie condizioni, ma almeno ci sarò”.

Sarà in piena forma invece Andrea Dovizioso che vuole riscattarsi dalla deludente prestazione dell’ultima gara italiana.

Sicuramente ci vogliamo rifare dopo la gara di Misano: Aragón è una pista dove l’anno scorso stavo andando bene prima della caduta quando ha iniziato a piovere - sottolinea -  E’ una pista molto particolare ed è interessante per noi con la GP15, per capire la nostra competitività. Mi aspetto molto da questo weekend”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti