Tu sei qui

SBK, Jerez, WSS: per Sofuoglu titolo vicino

GARA - Con Jacobsen secondo diventano 33 le lunghezze che li separano a due gare dal termine

Jerez, WSS: per Sofuoglu titolo vicino

Quinta vittoria di stagione per Kenan Sofuoglu. Tra i cordoli di Jerez, il pilota turco mette un pesante macigno sulla conquista del suo quarto alloro iridato. Una week-end dominato con un lavoro iniziato sin dalle prove, chiuse con la pole, e poi portato a termine con una gare delle sue. Stacco perfetto alla partenza e subito in testa a fare l'andatura. Contro lo strapotere del pilota Kawasaki, l'unico a poter arginarne la cavalcata quasi in solitaria era il francese Jules Cluzel, ma per lo sfortunato pilota MV il fine settimana andaluso si è concluso nel peggiore dei modi con una caduta nelle prove che gli è costata una frattura della tibia e il termine anzitempo della stagione.

Contendente in pectore quindi nella battaglia per il titolo, si è ritrovato lo statunitense "PJ" Jacobsen che da par suo, poteva avere proprio in Cluzel un possibile alleato per cercare di mettere almeno un pilota tra sè e Sofuoglu. Intenzioni però difficili da attuare, sia per il già citato out del pilota MV, sia perchè al momento il giovane e veloce statunitense non sembra avere la giusta dose di costanza ed esperienza per impensierire il più quotato rivale.

Oggi ci ha provato Phil, ma i suoi sforzi sono stati vanificati dal ritmo martellante di Sofuoglu che ha sempre controllato la situazione, mantenendo un vantaggio costante sul secondo in gara e allungando sul finale anche per le gomme della Honda 111 che sul finale hanno mollato il colpo, costringendo Jacobsen a dei gran numeri per tentare di agguantare la testa della corsa.

LA GARA - La sfida per il GP di Spagna ha visto come anticipato la netta consacrazione di Sofuoglu che, scattato bene dalla pole ha subito imposto il suo ritmo, martellando costantemente sul passo del 44" alto. A seguire Jacobsen ed un coriaceo Lorenzo Zanetti. L'italiano in sella alla MV si è caricato sulle spalle il fardello di pilota di riferimento del team e, partito dal secondo posto in griglia, nonostante un avvio con qualche intoppo allo stacco delle frizione, si è subito riportato al vertice, restando saldamente ancorato alla terza posizione. Questo nonostante a metà gara si è rischiato lo scontro diretto con il neo compagno Nico Terol. Lo spagnolo è stato autore di un buon debutto sulla F3. Partiva dall'11esima casella, ma a suon di sorpassi e grinta a metà gara aveva nel mirino proprio il suo compagno di colori. Ma nel finale ha avuto un calo che lo ha costretto a mollare la presa, perdendo anche il quarto posto a vantaggio del veloce Kyle Smith su Honda Pata.

Sesto al traguardo conclude una buona prestazione Marco Faccani, davanti a Alex Baldolini e Christian Gamarino. Una prestazione dei nostri piloti nel complesso positiva, sugellata dal 10imo posto di Roberto Rolfo dietro all'inglese Kevin Whar.

Sforunato invece il week-end per Nicola Morrentino, ritirato in partenza, così come Kevin Manfredi anche lui out per problemi tecnici.

La calssifica di Campionato recita: Sofuoglu 193, Jacobsen a 160, terzo Cluzel fermo a quota 155. Prossimo appuntamento il 4 ottobre sul tracciato di Magny Cours

A seguire l'ordine di arrivo della WSS a Jerez




Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti