Tu sei qui

SBK, Jerez, FP3: Torres di un soffio su Sykes

Lo spagnolo svetta nel time attack finale. Long run di Kawasaki e Ducati. Baiocco primo italiano (4º)

I piloti della SBK hanno affilato le armi a Jerez in vista della Superpole (ore 15), abbassando i riferimenti sfruttando anche il maggior grip dato delle temperature più miti del mattino (22 gradi nell’aria, 27 sull’asfalto). Il più veloce è stato il pilota di casa Jordi Torres, autore di un 1'41.405, poco più di un secondo più lento del record con gomme da qualifica di Baz (1'40.298).

“Oggi dovevamo trovare l’equilibrio, ma manca ancora un po’ di fiducia all’anteriore – ha commentato lo spagnolo a caldo – Abbiamo fatto un passo avanti però che mi aiuta a guidare come piace a me, ma in staccata e a metà curva ci manca ancora qualcosa. Le gomme scivolano molto dopo una decina di giri, penso che siamo tutti nella stessa barca ma dobbiamo lavorare anche su quello”.

Lo spagnolo ha preceduto di soli 29 millesimi Tom Sykes, a lungo in vetta alla classifica dei tempi prima dell’assalto finale con gomma nuova da parte della concorrenza. Anche il compagno di squadra Jonathan Rea (9º a +0.451) ha preferito concentrarsi sul ritmo con gomme usate, con un long run da 15 giri. Entrambe le Kawasaki ufficiali hanno evidenziato il passo di gara migliore insieme alla Ducati di Davies (13 giri consecutivi per il gallese), in 1’42 basso.

In una classifica più corta del solito – 14 piloti in otto decimi – Leon Haslam ha ottenuto il terzo tempo (+0.133) nonostante un’innocua scivolata alla curva 6 nel corso dell’ultimo time attack. Segue la Ducati di Matteo Baiocco (+0.243) che si è preso la soddisfazione di precedere, seppur di pochi millesimi, le Panigale ufficiali di Michele Pirro e Chaz Davies.

Scende invece in settima posizione Alex Lowes, sugli scudi nella sessione pomeridiana di venerdì ma soltanto tre decimi più rapido nella FP3 (+0.307). Seguono Niccolò Canepa, Jonathan Rea e Sylvain Guintoli, che chiude la top ten ed è l'ultimo pilota a guadagnare l'accesso diretto alla SP1. Più attardati nostri Ayrton Badovini (16º a +1.433) e Gianluca Vizziello (20º a +3.884).



Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti