Tu sei qui

SBK, Jerez,STK1000: Jezek beffa gli italiani

Il pilota ceco comanda davanti ad una pattuglia di sei nostri portacolori, 4°Tamburini 7° Savadori

Jerez,STK1000: Jezek beffa gli italiani

Al termine della prima giornata di prove libere per i piloti della STK1000, è il ceco Ondrej Jezek a guardare tutti dall'alto. Per il pilota del team Barni una prima posizione agguantata dopo aver tolto quasi sette decimi dal tempo fatto registrare nelle prove della mattina. Con 1.43"679 il ceco sopravanza Fabio Massei, fermo con il tempo di 1.43"821, che tradotto significano 0.142 decimi dal leader. Massei comanda una pattuglia agguerrita di nostri portacolori, che occupano dalla seconda alla settima posizione. Dietro di lui infatti troviamo un ottimo Riccardo Russo (+0.224) con la Yamaha R1 (primo questa mattina) ed a seguire uno dei grandi attesi a questo round spagnolo: Roberto Tamburini, che nella graduatoria combinata chiude al quarto posto a +0.368 decimi.

Ricordiamo che Tamburini attualmente occupa la seconda posizione in campionato distanziato di 34 lunghezze dal leader Savadori. Per il pilota BMW, a due sole gare dal termine, non sarà facile impensierire i piani iridati del rivale sull'Aprilia, nonostante il "Tambu" non sia uno che molli facilmente.

Tra sè e Lorenzo Savadori, al momento ci sono Kevin Calia e Raffaele De Rosa, rispettivamente quinto e sesto. Settimo quindi il pilota del team Nuova M2 Racing, ed a scalare il tedesco Michael Moser, che precede il compagno di squadra di Savadori, Alessandro Andreozzi sull'altra RSV4-RF (+0.931). Decimo chiude il francese Jeremy Guarnoni su Yamaha.

Detto dei primi dieci, sfogliando la classifica degli italiani troviamo Luca Marconi 11esimo, Federico D'Annunzio in 14esima posizione, mentre Riccardo Cecchini è 19esimo. Cavalli, Butti e Sanchioni chiudono le prove rispettivamente in 27esima, 30esima e 31esima posizione.

STK600 - Con i giochi ormai decisi nella categoria delle medie stock, con il turco Toprak Razgatlioglu che si è aggiudicato il titolo europeo già nel round di Misano a fine giugno, per molti resta l'onore delle armi. Soprattutto per gli italiani, anche qui grandi protagonisti, seppure non in grado quest'anno di impensierire il veloce pilota turco. La giornata si chiude con la combinata che vede al comando i nostri Ruben Rinaldi con l'1.46"452 della mattina, davanti a Davide Stirpe (+0.347) e lo spagnolo Augusto Fernandez (+0.701). Quarto è Andrea Tucci, 7imo Luca Vitali ed a seguire troviamo Axel Bassani ottavo e Stefano Casalotti 10imo. Il neo campione del mondo Razgatlioglu chiude in 22esima posizione.


A seguire le due classifiche combinate di giornata



Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti