Tu sei qui

MotoGP, Test Michelin, Marquez il più veloce a Misano

Il tempo ufficioso dello spagnolo ad un decimo dal suo best in prova. Le Ducati a mezzo secondo

Quarantotto ore dopo il GP di Misano, i team ufficiali Honda, Ducati e Aprilia sono tornati sul circuito di Santa Monica per una giornata di prove. Per la Casa di Tokyo e quella di Borgo Panigale, l’obiettivo principale era quello di raccogliere dati per lo sviluppo con gomme Michelin, mentre la squadra di Noale ha girato soltanto con le Bridgestone per verificare alcuni aggiornamenti di ciclistica.

I valori in campo, in assenza di Yamaha e Suzuki, non sono sembrano cambiati rispetto a domenica. Reduce dalla vittoria, Marquez si è confermato il pilota da battere con un miglior tempo ufficioso di 1’32.5, un solo decimo sopra al miglior tempo in prova (1'32.421) e di poco superiore al riferimento col quale ha ottenuto il secondo posto in qualifica (1'32.252). Due decimi più lento il compagno di squadra Dani Pedrosa che, come Marquez, aveva a disposizione un prototipo 2016 e diversi componenti nuovi.

Entrambi gli ufficiali Ducati hanno chiuso a ridosso, con un miglior tempo di 1’33.0 ma qualche difficoltà in più sul passo. Mezzo secondo più lento il collaudatore Michele Pirro. Del resto i piloti, che per contratto non possono rilasciare dichiarazioni sulle gomme francesi, hanno evidentemente ancora qualche remora a cercare il limite, soprattutto con l’anteriore. A questo proposito, va segnalata una scivolata all’ultima curva, senza conseguenze per il pilota, di Andrea Iannone.

Più attardate le Aprilia ufficiali, con i migliori riferimenti di Bautista e Bradl rispettivamente in 1’33.9 e 1’34.0. Soddisfatto Max Biaggi, che ha girato con la RSV4 ad un mese e mezzo dall’ultima uscita a Sepang, con un miglior giro da 1’34.9 ed un passo di una manciata di decimi più lento. In pista anche Alex De Angelis, che nel corso dell’ultima ora ha provato la moto “lab” di Michael Laverty, con riscontri positivi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti