Tu sei qui

MotoGP, Marquez: il titolo? mi basta vincere le gare

"La chiave è stato il secondo cambio moto. E’ stata una gara strana e complicata"

Fra i due litiganti il terzo gode e ha il volto sorridente di Marc Marquez, il campioncino - a differenza di Rossi e Lorenzo -  è stato perfetto nella strategia di gara e ha alzato per la prima volta in MotoGP la coppa del vincitore a Misano.

Non è stata fortuna, il piccolo diavolo e il suo team sono stati bravi a interpretare condizioni quanto mai complicate.

Onestamente nessuno si aspettava la pioggia, ma quando si sono viste le prime nuvole ho capito che sarebbe potuto accadere - spiega - Avevo fatto una riunione con la squadra e devo ringraziarla per l’aiuto che mi ha dato. Quando si è trattato di montare nuovamente le slick non era semplice prendere una decisione, capire quanto fosse bagnato l’asfalto”.

Per un certo verso è stato un successo inaspettato.

Lorenzo era più veloce di me sull’asciutto e Rossi sul bagnato, avevo solo una piccola possibilità di vincere - ammette - La chiave è stato il secondo cambio moto. E’ stata una gara strana e complicata, riguarderò il video perché c’è sicuramente da imparare per il futuro”.

Oggi ha superato l’esame.

“Quando stai andando al limite, è difficile capire quanto sia asciutto l’asfalto e calcolare quanto sarai più veloce con le slick - racconta - Con le gomme da bagnato però le Yamaha erano più rapide di me, l’unica possibilità che avevo era rientrare. L’anno scorso ad Aragon sbagliai strategia, per questo al primo cambio ho aspettato di vedere cosa facesse Lorenzo”.

Ora Marquez è a 63 punti da Rossi e 40 da Lorenzo.

Non ho nessuna possibilità per il titolo, sono troppo lontano - chiarisce - L’unico mio obiettivo è vincere più gare possibile, questo mi basta.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti