Tu sei qui

MotoGP, Giacomo Agostini: Valentino mondiale all'80%

"Uno come lui sa gestire le gare e portare a casa i punti. Oggi voleva vincere"

123 vittorie, 15 mondiali vinti, umanamente riconosciuto tra i più grandi della storia del Motomondiale. Quando parla Giacomo Agostini non si puà fare a meno di prestare attenzione.

Uomo Yamaha, ha vissuto dall'interno le fasi concitate di una gara che di normale ha avuto ben poco, dove la strategia ed il tempismo sono stati - quasi - più importanti della velocità. Ago, parte dalla fine nell'analisi di Misano, dai numeri:

"Recuperare 23 punti a Valentino non è facile. Oggi Lorenzo ha fatto un errore". Chiaramente l'attenzione è andata tutta verso quelle due soste che hanno rimescolato le carte in tavola, considerando come entrambi i piloti Yamaha abbiano evidentemente ritardato troppo il rientro: "Io sarei entrato due giri prima rispetto a quanto fatto Marquez. Me lo son detto tra me e me. Però bisogna anche sottolineare che per ben due volte in quei frangenti ha ricominciato a piovigginare. Non era una scelta facile".

Ma non sarebbe meglio pianificare una strategia sulle indicazioni tra pilota e box? "Si, l'ideale in effetti sarebbe effettuare una riunione la mattina, a mente fresca. Bisognerebbe dire 'Ragazzi, se vi dico di rientrare, rientrate. Sappiate che è per la sicurezza, per un vantaggio, per uno svantaggio e cosi via.."

"Certo Smith con le slick stava guadagnando sei secondi la giro, mancavano ancora 11 giri. A quel punto - d'accordo con quanto ragionato al mattino ci troviamo sulla stessa linea. Capisco quando si è sulla moto e sento le sensazioni. Probabilmente avrei fatto anche io come loro in questo caso"

"Marc è stato furbo, non aveva niente da perdere"

"Valentino voleva vincere oggi. Era quasi un dovere morale per lui, era quasi obbligato. Davanti a 90.000 persone che son venute per lui. Certo, doveva rientrare prima. Chiaro che, in quelle condizioni, se Lorenzo è dietro, uno pensa anche ad accontentarsi se l'alternativa è seguire Marquez alla morte.

Il campionato del mondo è ancora aperto però ripeto: è Valentino che si trova in testa, non uno qualsiasi. Uno come lui sa come gestire le gare e portare a casa punti. Una percentuale? Vale ha l'80% di possibilità di vincere il titolo"

Chiusura con una battuta simpatica: "Per vincere il mondiale forse è meglio che non vinca, che poi raggiunge il mio numero di vittorie. Dovrei convincerlo! Quasi quasi glielo dico di andare tranquillo e fare secondi e terzi posti!"

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti