Tu sei qui

MotoGP, Pirro prima Ducati: non sono solo un tester

I due Andrea steccano le qualifiche. Iannone: "passi avanti non scontati". Dovi: "incognita gomme"

L’uomo del giorno per la Ducati è stato Michele Pirro, il collaudatore pugliese a Misano si è permesso il lusso di piazzarsi in seconda fila e precedere i due piloti ufficiali. Non c’è nulla di esoterico sulla sua GP15, “qualche evoluzione di telaio, motore ed elettronica ma niente di importante”, e la vera differenza l’ha fatto lui, sfruttando al meglio la sua moto in qualifica e staccando il 5° tempo.

Non sono sorpreso del mio tempo, sapevo che era alla mia portata - dice - Ho capito il potenziale ieri ieri e questo è il risultato. Essere il primo pilota sullo schieramento mi rende felice, significa che oltre a essere un collaudatore sono anche un buon pilota.

Semmai c’è un po’ di rammarico per non esserlo a tempo pieno.

Dopo un risultato del genere è normale sentirsi un po’ arrabbiati, ma lo dico in senso buono - spiega - Mi piacerebbe correre in tutte le gare, ma so anche di fare parte di una grande famiglia e che il mio primo compito è quello di essere un aiuto per lo sviluppo della moto. Chissà, magari un giorno avrò la mia occasione”.

Michele lo meriterebbe, ma ora c’è da pensare alla gara.

L’obiettivo è stare con le altre Ducati e non sarà facile - sottolinea - I due Andrea hanno più esperienza di me e conoscono meglio la moto in gara. Al Mugello ero partito più distante nel fine settimana, qui già nei test giravo in tempi simili ai lori. Sicuramente domani potrò imparare molto”.

Dubbi su che gomme usare, non ne ha.

Ho provato a lungo la più morbida all’anteriore, ma in gara è meglio la media - dichiara - Sicuramente non userò la più dura all’anteriore, oggi l’ho provata per la prima volta e sono andato a terra al secondo giro”.

Andrea IannoneIl derby interno tra i due Andrea è stato invece vinto sul filo di lana da Iannone, che partirà 7° proprio davanti a Dovizioso. Entrambi hanno steccato in qualifica, anche se le sensazioni in vista della gara sono buone.

“Mi sento più tranquillo rispetto a ieri - assicura il pilota di Vasto - Abbiamo fatto dei passi avanti importanti e per nulla scontati, merito della squadra che mi ha messo fra le mani una moto che mi ha subito dato più fiducia. Peccato per un inconveniente tecnico al mattino che mi ha costretto a usare la seconda moto che non mi dava la stessa fiducia della prima. Sono comunque riuscito a tenere un buon passo”.

Come nel pomeriggio.

Le FP4 sono state la nota più positiva della giornata. Ho usato una gomma che aveva sulle spalle già una decina di giri ed è comunque stato il turno con il distacco minore rispetto ai primi. Abbiamo fatto un buon lavoro in ottica gara, mentre delle qualifiche non sono per nulla contento. Sono stato una mezza sega - ride - non sono riuscito a sfruttare la gomma morbida, mentre ci è riuscito Pirro. E’ importante vedere un altro pilota veloce sulla Ducati”.

Per la gara Iannone è ottimista.

Stare con le Honda e le Yamaha non sarà semplice, mi manca ancora qualcosa, direi due o tre decimi - analizza - Abbiamo il warm up per trovarli e non ci manca qualche idea da provare”.

Molto simile anche il racconto del sabato di Dovizioso, anche lui positivo per la gara. La terza fila non sarà la migliore posizione per partire, ma il forlivese è fiducioso in una rimonta.

In qualifica non sono riuscito a fare un giro perfetto, ho commesso sempre qualche errore in frenata e non potevo recuperare in percorrenza di curva - il suo mea culpa - E’ un peccato, perché la seconda fila sarebbe stata importante, senza sbavature il quarto posto sarebbe stato alla mia portata”.

Meglio guardare in avanti.

“Sono contento dei miglioramenti fatti in FP4, anche se non ho il passo dei primi - dice - Il punto di domanda è Pedrosa, la speranza è quella di aggrapparsi a lui. Un’altra incognita è il calo della gomma posteriore, nelle prove non si ha mai un’idea completamente chiara del degrado in gara, scopriremo solo domani chi abbia lavorato meglio.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti