Tu sei qui

Moto2, FP3: Rabat suona - ancora - la carica

Il migliore dei nostri è Baldassarri, settimo nonostante una caduta

Tito Rabat suona - ancora - la carica e lancia il proclama ufficiale per la conquista della Pole Position. Il campione del mondo in carica ha chiuso la terza sessione di prove libere con il crono di 1'37.246, riuscendo - sul filo di lana - a sopravanzare Johann Zarco.

Proprio il leader in campionato è stato in testa alla classifica per diversi minuti e, in una sorta di time-attack finale, non è riuscito a sopravanzare sotto la bandiera a scacchi il portacolori del team Marc VDS. 76 millesimi di secondo dividono i due contendenti, con Rins subito dietro, a fare da terzo incomodo.

Già perchè lo spagnolo esordiente nella classe di mezzo, si ferma a soli 89 millesimi dalla vetta. A vedere dinque queste ultime libere, la lotta per la Pole position dovrebbe essere un affare a tre, ma con temperature diverse nel pomeriggio e con la consueta imprevedibilità della Moto2, i giochi sono ancora aperti.

Giochi in cui Lorenzo Baldassarri si stava trovando benissimo, almeno fino alla caduta al Tramonto, dove l'italiano è scivolato, rimandendo verosimilmente impigliato con il braccio sotto la moto. Baldassarri si è rialzato ovviamente sulle sue gambe, ma tenendosi il braccio dolorante. Un peccato perchè fino a quel momento il portacolori Forward si trovava in quarta piazza.

Al termine della sessione Baldassarri ha chiuso settimo, con un ritardo di 665 millesimi dalla vetta. Meglio dell'italiano hanno fatto Syahrin, quarto a 413 millesimi, Nakagami a 434 millesimi e Luthi, sesto a 519 millesimi da Rabat. Ottava piazza invece per Jonas Folger che precede Dominique Agerter e Alex Marquez. Il campione del mondo in carica Moto3 chiude la top ten con un ritardo di 692 millesimi dal riferimento del compagno di squadra.

Una Top ten che è un tripudio di Kalex. Già perchè la prima Speed Up è quella di Julian Simon in 11esima posizione, davanti all'esemplare gemello di Sam Lowes. 14esima piazza per Simone Corsi (+0.903), 21esimo Mattia Pasini (+1.311), 24esimo Federico Caricasulo (+1.512) davanti al proprio compagno di squadra Mika Kallio, 29esimo Luca Marini (+2.008).

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti