Tu sei qui

MotoGP, Dall'Igna: Lorenzo in Ducati? è possibile

GPONECAR. "Amo le moto, sono più un turista che uno smanettone. L'arma degli italiani è la fantasia"

Iscriviti al nostro canale YouTube

A Misano sulla GPOneCar è salito Gigi Dall’Igna, l’uomo artefice della rinascita Ducati, oltre che dei mille successi in Aprilia. Il Direttore Generale delle Rosse, alla gara di casa, ha fatto il punto sul passato e sul futuro, su moto e piloti. Quando due anni fa l’ingegnere veneto arrivò a Borgo Panigale ebbe davanti a sé un compito molto duro, quello di rendere la Desmosedici di nuovo competitiva.

Come ha fatto? “La prima cosa è cercare di capire quello che c’è di buono nel progetto esistente, uno degli errori dei progettisti è buttare via tutto quello che hanno fatto gli altri”, dice.

Poi c’è l’ingrediente segreto.

La fantasia per noi italiani è importantissima, perché ci dobbiamo confrontare con colossi con budget superiori ai nostri. Bisogna cercare idee nuove e diverse per colmare il gap economico”.

Per Dall’Igna le moto sono parte della sua vita, non solo quella lavorativa.

Ho sempre avuto la moto, sono più un turista che uno smanettone. Mi piace viaggiare e le mie ferie in passato le facevo in moto con la tenda.

Dalle ferie alla pista, con la moto del prossimo anno già in cantiere.

La nuova moto sarà pronta per i test di Sepang. Per il prossimo anno l’incognita saranno le gomme, non abbiamo ancora avuto modo di provarle a fondo e utilizzeremo i test di Valencia per capire a fondo quali modifiche fare alla moto per farle rendere al meglio”.

E parlando di futuro, il discorso cade anche su Lorenzo.

Con Giorgio - lo chiama con il nome italianizzato - ho una buonissima relazione e abbiamo vinto due mondiali insieme. E’ un pilota che mi piace tanta e credo che in futuro potrebbe essere in Ducati. Per ora sono solo speculazioni, ho due piloti di cui sono contento”.

Prima di salutarci, Dall’Igna ha avuto un pensiero speciale per un pilota che non c’è più.

Essendo a Misano, vorrei ricordare Marco Simoncelli, la sua scomparsa mi ha segnato”.

GUARDA IL VIDEO

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti