Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: sul podio mi sono emozionato

"Ho preso tanti rischi. Rossi? E' come un bomber". Iannone deludente: "una modifica sbagliata"

Ad Andrea Dovizioso serviva salire sul podio dopo un periodo con cui sembrava volere competere con Paperino per sfortuna tra errori e guasti tecnici. L’ultimo ieri, con la frizione che ha fatto le bizze compromettendo le qualifiche. La pioggia di Silverstone ha lavato via i cattivi pensieri e il podio gli ha ridato fiducia.

Andrea, quanto è importante questo risultato?

Molto, mi sono preso tanti rischi per riuscirci e stare dietro a Danilo. Anzi ero preoccupato per lui a ogni frenata (ride) però è stata una bella lotta. E poi il podio è anche una ricompensa per la mia squadra che ha lavorato tanto”.

Non sei neanche deluso di essere arrivato dietro a una GP14?

Quella moto va bene sull’acqua, l’anno scorso ero salito sul podio sotto la pioggia. Inoltre Petrucci è molto veloce sul bagnato, non è stata una sorpresa per me. Anche la GP15 però va bene, anzi questa gara è servita anche per capire quali dettagli rimangono da sistemare”.

Si poteva fare di più?

Se non fossi scattato dalla quarta fila penso avrei potuto fare la gara con Rossi. Inoltre in partenza la moto si è intraversata, stavo per finire contro il muro e mi sono trovato ultimo, o giù di lì, alla prima curva”.

Impossibile battere Petrucci?

Come ho detto mi sono preso tanti rischi, Danilo, anche per via del suo peso, aveva maggiore trazione rispetto a me e a 3 o 4 giri dalla fine ero proprio in crisi. Ho fatto di tutto, ma non puoi buttarti bisogna sempre avere razionalità. Non volevo buttare via tutto”.

Le Ducati sono state alleate di Rossi in questa gata, te lo aspettavi?

E’ successo qui, ma nelle sei gare che rimangono… (ride). A parte gli scherzi, non sono uno che si emoziona facilmente ma essere su un podio tutto italiano mi fa sempre un grande effetto.

Quali sono le tue previsioni per il Mondiale?

Valentino è un bomber, riesce sempre a sfruttare al massimo ogni occasione. Anche se Lorenzo in questo momento è più veloce”.

Come arriverai a Misano?

Con molta fiducia, so che non potrò lottare per la vittoria ma avrò la possibilità di essere vicino ai migliori”.

Andrea IannoneIl GP di Gran Bretagna della Ducati ha anche avuto i suoi lati negativi. E’ mancato Andrea Iannone, che si è dovuto accontentare di un 8° posto favorito anche dalle cadute. Per il pilota di Vasto è stata una gara da dimenticare.

Quali problemi hai avuto?

Dopo il warm up abbiamo deciso di fare una modifica all’assetto per avere maggiore grip. Ci siamo riusciti, ma abbiamo peggiorato molto l’inserimento in curva. Non me lo sarei mai aspettato”.

Cosa è successo nel particolare?

Il freno motore si adatta all’aderenza della gomma e con quel cambiamento aumentava la sua intensità. Questo mi costringeva a frenare più dolcemente, ma così facendo la situazione era peggiorata. Ho provato a cambiare mappa per diminuire il freno motore, ma non è bastato”.

Ci sono punti positivi?

Avere recuperato punti su Marquez, ora la terza posizione nel Mondiale è più vicina. Inoltre sono soddisfatto di come ho gestito la situazione, ci sono domeniche in cui non puoi dare il massimo e l’importante è non sbagliare”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti