Tu sei qui

Moto2, Silverstone: la pioggia non ferma Rins

WUP - Su pista bagnata lo spagnolo vola, Corsi 7º. Antonelli 6º in Moto3, dove comanda Kent

Silverstone: la pioggia non ferma Rins

Con Giove Pluvio vestito a festa, il warm-up della Moto2 mostra a chiare lettere le intenzioni dello spagnolo Alex Rins per il 12esimo appuntamento della moto2 sul tracciato di Silverstone. Come da tradizione anglosassone, i capricci del meteo potrebbero essere la variabile impazzita a mettere incertezza sull'esito dei pronostici per le gare di oggi. Alex Rins, veloce sull'asciutto, si conferma anche su asfalto bagnato dalla pioggia e fa segnare il miglior tempo nell'ultima rifinitura prima delle ostilità. Con il tempo di 2.26"245 rifila oltre mezzo secondo ai suoi diretti inseguitori. Dietro di lui infatti, Johann Zarco ferma le lancette del cronometro sul tempo di 2.26"829, mentre il Campione del Mondo Tito Rabat è terzo, staccato di 0.623 decimi dalla gialla Kalex del rivale.

A seguire il giapponese Takaaki Nakagami, con Julian Simon e Jonas Folger a ruota. Piacevole sorpresa per la settima piazza di Simone Corsi che sul bagnato ritrova un po' di smalto e si spera possa mantenerlo in vista della gara.

L'asfalto viscido non fa mancare qualche imprevisto che si materializza con le caduta del poleman Sam Lowes, con un hig-side a metà turno e prove concluse ai box. Asfalto che tradisce anche Alex Marquez, con sessione anche per lui finita nella ghiaia. In entrambi i casi nulla di preoccupante e Gp tutto da giocarsi.

Per quel che riguarda gli altri piloti italiani, Lorenzo Baldassarri è 15esimo, mentre a chiudere nuovamente la classifica è Federico Caricasulo, che sta pagando dazio all'esperienza in questa categoria ed in un contesto sempre difficile da interpretare come il circuito di Silverstone.

Da segnalare nelle prime battute, la presenza nei piani alti del vecchio "anfibio" Anthony West. Seppur abbia concluso il turno in 14esima posizione staccato di 2.665 dai primi, potrebbe diventare a vera sorpresa di questo Gp, considerando che da queste parti, ed in questa condizioni, l'australiano ha sempre disputato buone gare in passato.

MOTO3 – Kent si porta in testa con un 2’30.103 a metà turno prima di incappare in un high-side fortunatamente senza conseguenze fisiche. Il britannico precede Kornfeil (+0.267) ed Hanika (+0.321), gli unici in grado di contenere il distacco entro il secondo.

La classifica finale non premia i portacolori italiani, con Niccolò Antonelli primo degli azzurri in sesta posizione assoluta (+1.659). Confrontando le rispettive posizioni in griglia, con pista bagnata sono risaliti Andrea Locatelli (10º tempo ma 20º in qualifica), Stefano Manzi (17º ma 26º in qualifica) e Matteo Ferrari (21º ma 32º in qualifica). Gli altri italiani: 19º Bagnaia, 22º Bastianini, 26º Dalla Porta, 30º Tonucci, 31º Fenati, 33º Migno.

 

Di seguito la classifica completa del warm-up per la Moto2 e Moto3


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti