Tu sei qui

MotoGP, Rossi vs Lorenzo, parla il paddock

Sulla lotta mondiale le opinioni degli addetti ai valori, da Read a Puig, da Brivio a Suppo, da Pernat ad Aspar

Servirebbe la palla di cristallo, o molta fortuna, per azzeccare la puntata vincente su Rossi o Lorenzo per il titolo. Le azioni di Jorge sono in crescita, ma contro una vecchia volpe come Valentino non c’è niente di scontato. I tifosi si stanno scatenando sui social network e ai tavoli dei bar con le loro previsioni, ma anche nel paddock l’argomento è sulla bocca di tutti.

Manager e piloti cercano di prevedere il futuro e, dopo avere realizzato una piccola inchiesta, sembra che i dubbi superino le certezze. Perché nelle moto non c’è nulla di scontato e gli avversari della coppia Yamaha - Marquez in primis - potrebbero giocare un ruolo fondamentale nella lotta.

Ecco cosa ci hanno detto i ex piloti e manager.

Phil Read (7 volte Campione del Mondo), Rossi? Ha tanti interessi - Secondo me il mondiale lo vincerà Lorenzo, anche se sarà molto dura. Lo vedo in perfetta forma e motivatissimo. Anche Valentino è OK ma ormai lui ha anche molti altri interessi. Dopo tutto quel che ha fatto gli basta il podio. Non è però questione di età, 36 anni non significano nulla”.

Luca Boscoscuro (ex pilota e team manager), Occhio a Marquez -Rispondo da tifoso: mi piacerebbe tanto che vincesse Rossi. Lorenzo ha tempo davanti, però sarà difficile per Vale. Anche perché secondo me Marquez è ancora della partita. Anzi se non staranno attenti entrambi va a finire che lo vince lui”.

Sito Pons (2 volte Campione del Mondo e team manager), Attenti agli errori -La lotta sarà fra la gioventù di Lorenzo e l'esperienza di Rossi ma alla fine vincerà chi non sbaglierà niente. Il titolo sarà assegnato sugli errori. Chi ne farà di meno, o affatto, avrà il titolo”.

Alberto Puig con Livio SuppoAlberto Puig (ex pilota e manager HRC), Io punto su Marquez - La mia attenzione non va alle vittorie ma agli sbagli e con sette gare se ne possono ancora fare. E poi secondo me non c'è solo il duello Rossi-Lorenzo. Io penso che Marquez abbia ancora molte possibilità di farcela”.

Hervé Poncharal (team manager), Li do alla pari - Ho vissuto da team manager una situazione simile, quando Jacque e Nakano si giocarono il titolo della 250. Dopo la gara di Brno, ho detto a Jarvis che dovrà avere una gestione della squadra perfetta, perché la pressione aumenterà. Lorenzo sta dominando, ma Valentino è un lottatore e tutto potrebbe accadere. Al momento hanno entrambi il 50% di possibilità, vinca il migliore”.

Davide BrivioDavide Brivio (team manager), Rossi deve spostare la lotta sul suo campo -Lorenzo è in gran forma e sulla carta arriveranno circuiti dove è sempre stato molto veloce, ma ha un punto debole: la lotta corpo a corpo. Valentino dovrà riuscire a stargli vicino e poi spostare la sfida sul suo campo, la bagarre, in questo modo potrà batterlo. Silverstone è una pista a favore di Jorge, Misano lo sarà per Rossi, poi arriveranno tre piste in cui i due sono in equilibrio”.

Davide Tardozzi (ex pilota e team manager), Considerate la variabile Ducati -Penso che un errore o un colpo di sfortuna potrebbe decidere il campionato, dare un vantaggio all’uno o all’altro. Però c’è una variabile da considerare ed è quella Ducati, i due Andrea potrebbero avere un ruolo importante nella lotta su certe piste”.

Jorge ‘Aspar’ Martinez (4 volte Campione del Mondo e team manager), Marquez aiuto per Rossi - Penso che anche il meteo potrà influire molto su questa sfida, basterebbero due gare corse sulla pioggia per cambiare tutto. Lorenzo è molto forte in questo momento, ma lo aspettano gare molto dure e l’inserimento di Marquez nella lotta è un fattore positivo per Rossi”.

Francesco GuidottiFrancesco Guidotti (team manager), Darei a Rossi il titolo d’ufficio - Non essendo parte in causa della lotta, posso fare il tifoso. Ho tanta voglia di dire che vincerà Valentino, perché sta andando a forte, perché emoziona e perché ogni volta riesce a stupire, l’ultima vittoria sembra sempre la più bella. Il 10° titolo se lo meriterebbe già adesso, dopo 20 anni di carriera glielo darei d’ufficio. Scherzi a parte, per Rossi sarà dura, dovrà tirare fuori quel qualcosa in più e lui ne è capace. Non sarà facile, ma neanche impossibile”.

Carlo Pernat (manager), I conti si fanno dopo Aragon - Silverstone, Misano e Aragon saranno tre gare in cui potrà succedere di tutto e basterebbe un piccolo infortunio per escludere uno dei due dalla lotta. Bisognerà aspettare, solo dopo il GP spagnolo potremo capire chi avrà più possibilità di vincere il Mondiale. In questo momento non escludo Marquez e Pedrosa potrebbe avere un ruolo importante, fare da ago della bilancia”.

Livio Suppo (team manager) - Cosa penso? Fra i due litiganti il terzo gode…

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti