Tu sei qui

MotoGP, FP1: lepre Marquez, Lorenzo e Rossi inseguono

I "tre moschettieri" al vertice, separati da otto decimi. Quarto Iannone davanti a Dovizioso

Tutto da rifare. La corsa al titolo mondiale riparte da zero a Silverstone, dove Valentino Rossi e Jorge Lorenzo si sono presentati a pari punti in vetta alla classifica con il maiorchino in vantaggio per maggior numero di vittorie. I due si marcano a uomo da inizio stagione, ma potrebbe essere un ritrovato Marc Marquez a fare da ago della bilancia e terzo moschettiere. È stato così nel primo turno di prove libere della MotoGP, dove il campione in carica ha dettato legge con un miglior tempo di 2’03.111, ancora lontano dal record del circuito (2’01.941) soprattutto a causa dell’asfalto freddo (12 gradi).

Marquez, velocissimo negli ultimi due settori, ha imposto il proprio ritmo fin dai primi minuti rifilando rispettivamente 0.388 e 0.856 secondi a Lorenzo e Rossi. Il maiorchino ha comunque mostrato la sua proverbiale costanza sul passo, con cinque giri consecutivi in 2’03, mentre Rossi ha progressivamente risalito la china arrivando sul finale a ridosso del compagno di squadra prima di perdere cinque decimi nell’ultimo settore.

Quarto tempo per Andrea Iannone (+0.961), che continua a guidare la pattuglia Ducati, 43 millesimi più veloce del compagno Andrea Dovizioso, quinto. "La pista è un disastro a livello di buche e ondulazioni", ha constatato il forlivese, quinto anche lo scorso anno in gara.

Seguono in rapida successione Scott Redding (6º a +1.059), Bradley Smith, Dani Pedrosa, Pol Espargaró e Cal Crutchlow, che chiude la Top 10. Undicesimo Danilo Petrucci all’ultima gara con la GP14.1 prima di ricevere in dotazione la 14.2, dodicesimo Maverick Viñales sulla Suzuki davanti al compagno di squadra Aleix Espargaró. Più attardate le Aprilia, rispettivamente in 16ª e 18ª posizione con Alvaro Bautista e Stefan Bradl. Ultima posizione per Claudio Corti con la Yamaha Open di Forward.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti