Tu sei qui

MotoGP, Yamaha: Lorenzo in scia a Read con Rossi nel mirino

Il 99 può diventare il secondo pilota più vincente nella storia di Iwata, 15 podi consecutivi per Rossi

Il GP di Silverstone rappresenta uno dei crocevia più importanti della stagione. Da un lato, Marc Marquez riprende dall’Inghilterra la sua lunga rincorsa a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, dai quali lo separano 52 punti, dopo aver vinto due delle ultime tre gare. Dall’altro, perché la coppia Yamaha riparte da zero, a pari punti, nel derby interno per il titolo.

Numeri alla mano, le statistiche danno Jorge Lorenzo come favorito numero uno. Il maiorchino ha sempre ottenuto ottimi risultati in Inghilterra, vincendo in tre occasioni (2010, 2012 e 2013) ed arrivando secondo lo scorso anno, battuto in volata da Marquez per soli sette decimi.

Il 99 si è presentato in grande spolvero dopo la breve pausa estiva, recuperando interamente lo svantaggio da Rossi e, contemporaneamente, affiancando nell’albo d’oro Casey Stoner per numero di vittorie in classe regina (38). Solo tre piloti (Rossi, Agostini e Doohan) hanno fatto meglio di lui, che con il successo di Brno si è anche portato in scia a Phil Read per diventare il secondo pilota più vincente nella storia di Yamaha, dove capeggia naturalmente Rossi con 52 successi.

A proposito, il Dottore ha una striscia aperta da 15 podi, ma dovrà rispondere in maniera decisa al compagno di squadra, che ha ripreso i galloni di capitano nei box in blu nelle ultime due gare.

Un confronto di generazioni, stili e tattiche. A Brno, come in ogni altra pista dove ha vinto nel 2015, Lorenzo ha mantenuto la prima posizione dal primo all’ultimo giro. Rossi, per contro, lo ha fatto soltanto in due occasioni su 85. La chiave di volta sembra proprio in questa statistica. La missione di Rossi (e di tutti gli altri) è innanzitutto di non far scappare Lorenzo. Dopodiché, tutto può succedere…

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti