Tu sei qui

SBK, Rea: in casa mia le moto non entrano

VIDEO: nel garage del 65, che avverte la moglie: “il trofeo del mondiale però starebbe in casa”

La lunga pausa estiva della Superbike difficilmente è gradita dai piloti, ma probabilmente nessuno è più ansioso di tornare in pista di Jonathan Rea. Il nordirlandese ha sbancato il campionato fin qui, vincendo 12 manche su 20 e salendo sul podio in ogni gara. Solo un indomito Chaz Davies gli ha impedito di chiudere la pratica a Sepang, ma a Jerez gli basteranno sei punti in due gare per laurearsi campione.

Rea ha recentemente aperto le porte della sua casa sull’isola di Man ad una troupe della BBC, facendo da guida nella “Man Cave”, la caverna dell’uomo, altrimenti nota come garage personale. È lì che il pilota Kawasaki custodisce le amate moto da cross, i caschi e le tute ricordo, ed i numerosi trofei collezionati. Uno però potrebbe trovare un’altra collocazione.

“Se e quando vincerò il titolo, potrei portare il trofeo in casa ha scherzato Rea – Mia moglie ha un gusto moderno e l’ha arredata lei. Tra noi c’è una sorta di accordo di lasciare tutto quello che riguarda le moto al di fuori, ma potrebbe fare un’eccezione. O forse no (ride)”.

In altre parole, Rea può anche fare la voce grossa in pista, ma a casa è un’altra storia… Per vedere il video, cliccate QUI!


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti