Tu sei qui

Moto3, Peugeot vuole il mondiale e tenta Gresini

Mahindra dopo l'acquisto del 51% di Peugeot-Scooter è pronta a sdoppiarsi. Fabre e Pellegrino a Silverstone

Peugeot vuole il mondiale e tenta Gresini

Peugeot è pronta per debuttare nel mondiale Moto3 il prossimo anno e vorrebbe farlo con il team di Fausto Gresini.

Ufficialmente non c'è ancora un contratto fra l'ex iridato e Peugeot, il cui 51% è stato recentemente acquistato dall'indiana Mahindra, ma Frederic Fabre, Direttore Generale di Peugeot Scooter e Enrico Pellegrino, Direttore della filiale italiana dal 2010 dopo otto anni in Yamaha, saranno entrambi a Silverstone.

L'obiettivo è quello di perfezionare lo sbarco di una delle più antiche case motociclistiche del mondo, già attiva agli inizi del '900, sulla falsariga di quanto già fatto da KTM con Husqvarna.

La casa francese, costruttrice del Geopolis 300 R e del tre ruote Metropolis, ha già debuttato nel 2014 nel CIV con una motorizzazione Oral Engineering e telaio FTR con Lorenzo Dalla Porta, seguito dal Responsabile Tecnico Daniele Cecchini.

Con questo mezzo Peugeot vinse la prima prova del campionato difendendosi bene nelle prove successive. Quest'anno, ma con una Moto3 Mahindra-Peugeot ha esordivo sempre nel CIV con una doppietta di Marco Bezzecchi ed un 3° ed un 5° posto di Fabio Spiranelli. Bezzecchi poi ha vinto anche a Vallelunga, Mugello e Imola ed attualmente si trova in seconda posizione nel campionato.

Sull'operazione pesa perà l'incognita determinata dal contratto biennale che lega Enea Bastianini a Fausto Gresini. La 'Bestia' infatti è legato a doppio filo alla Honda ed è difficile che l'HRC si lasci sfuggire uno dei migliori talenti recentemente apparsi nel motomondiale. La soluzione potrebbe essere uno sdoppiamento della squadra con il progetto Mahindra-Peugeot affidato a Cecchini.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti