Tu sei qui

Moto2, Johann Zarco vola alto: voglio la MotoGP

Spinto dai risultati e dal fatto che nel 2016 sarà l'unico francese in classe regina. Parla con con Aspar

Il suo segno distintivo è il backflip dopo ogni vittoria. Quest'anno si è già esibito nel suo numero quattro volte, in Argentina, a Barcellona, in Olanda ed in Repubblica Ceca, ma non è solo per questo che Johann Zarco è in testa al mondiale della Moto2 con largo margine, 79 punti su Tito Rabat e 80 su Alex Rins.

Il pilota francese, infatti è finito giù dal podio solo in una occasione, in Qatar, dove ha terminato in ottava posizione. Il suo bottino del resto include anche cinque secondi posti ed un terzo.

Più di ogni altro pilota, quest'anno, Johann che porta sul casco il discusso sole nascente - la bandiera di combattimento del Giappone che è vista in oriente come la svastica in Europa - ha le mani sul mondiale.

Il titolo della Moto2, come è da sempre per espresso desiderio di Carmelo Ezpeleta, lo porterà con ogni probabilità nel 2016 in MotoGP. Infatti a differenza di Rabat che l'anno passato espresse il desiderio di difendere il suo numero uno anche perché la massima categoria straboccava di spagnoli, la prossima stagione non ci saranno francesi nella classe regina.

Sia Loris Baz che Mike di Meglio, infatti, ben difficilmente troveranno un manubrio, il primo orfano del team Forward, il secondo destinato a lasciare probabilmente il sedile della Ducati del team Avintia ad Hernandez.

Con questo viatico Zarco si è mosso.

Il suo approdo preferito sarebbe stato il team Tech 3 del connazionale Hervé Poncharal, ma Pol Espargarò ha già firmato mentre Bradley Smith sembra in procinto di farlo a Silverstone.

Johann Zarco"Ha il contratto in mano - ha detto il presidente dell'Irta, che è anche il proprietario della squadra - deve solo firmarlo".

E' vero. Il pilota di Oxford sta solo prendendo tempo perché com'è noto non dispone dello stesso trattamento del compagno di squadra Pol. La sua Yamaha M1, attualmente, è meno aggiornata e ciononostante Smith è 5° nel mondiale, davanti al più giovane degli Espargarò che ha battuto nove colte su undici.

Poiché però non vediamo molto alternative per Smith le porte del team satellite Yamaha sono chiuse e questo è il motivo per cui Zarco sta trattando con Jorge Martinez.

Aspar avrà sicuramente le Honda RC213V ufficiali 2015, una delle quali sembra destinata a Jack Miller che prenderà il posto di Nicky Hayden. L'altra, quella di Laverty, potrebbe liberarsi anche se Eugene ha un biennale con l'ex pilota spagnolo.

"Zarco secondo me è il pilota che ha maggiori possibilità di passare in MotoGP - ha spezzato una lancia in suo favore Andrea Dovizioso - è un peccato che al momento la massima cilindrata veda quasi tutte le selle occupate".

Ha ragione Dovizioso, ma vedrete che una per il re del backflip a fine stagione la si troverà.

Johann Zarco nel suo ormai famoso backflip

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti