Tu sei qui

MotoGP, Brno: Jorge Lorenzo fa la voce grossa

WUP - Il maiorchino stacca tutti e mostra un passo vincente. Secondo Iannone poi Marquez e Rossi

A Brno la motogp si è svegliata con le nuvole a coprire il sole. Il caldo soffocante ha fatto spazio a temperature più miti ed una pista più fresca.

Condizioni variabili, mutate a fronte di una costante chiamata Jorge Lorenzo. E' stato l'ultimo pilota non-Honda a vincere sulla cattedrale ceca.

Il fine settimana di Brno lo ha visto finora grande protagonista. Preciso, metodico, concentrato, semplicemente perfetto finora. Il warm up del mattino non ha fatto altro che esaltare - oltre che confermare - quanto messo in mostra finora dal portacolori di Iwata.

1'56.048 il riferimento cronometrico di Lorenzo, ma ciò che più strabilia è la costanza del suo passo di gara, sempre compreso tra l'1'56.1 e 1'56.3. Devastante.

Già, perchè Marc Marquez - terzo a +0.495 - ha un passo più eterogeneo, con un ritardo sull'ordine dei 3-5 decimi al giro. Stesso dicasi per Valentino Rossi, quarto a 545 millesimi dalla vetta, e con un passo simile a quello di Marquez.

Attenzione però ad Andrea Iannone. Il portacolori Ducati chiude secondo in questo warm up del mattino, e potrebbe insidiare la lotta per il podio, anche se il suo passo è ancora un poco eterogeneo, con solo un paio di passaggi significativi.

Quinta posizione per Bradley Smith, che conferma il suo stato di forma qui a Brno (+0.556), davanti a Daniel Pedrosa (+0.559), Pol  Espargaro e Maverick Vinales, staccati entrambi di un secondo e da un millesimo tra di loro.

Il rookie di casa Suzuki continua a impressionare in positivo, mentre di contro, Aleix Espargaro non sembra aver trovato ancora la quadra in questo fine settimana, chiudendo solo 15esimo.

Nel mezzo, da segnalare l'undicesima posizione  di Andrea Dovizioso e la 13esima di Danilo Petrucci.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti