Tu sei qui

Moto3, WUP: Oliveira riporta la KTM in vetta

Quarto Niccolò Antonelli. In Moto2 Johann Zarco chiude in prima posizione

La KTM torna a fare la voce della padrona con il fresco del warm up in questa domenica mattina. O per lo meno la fa con Miguel Oliveira che quest'anno, fino alla frattura del Sachsenring, ha portato in alto i vessilli della casa austriaca.

2'08.649 il riferimento cronometrico del portoghese che, come praticamente tutti i suoi colleghi, ha stabilito proprio all'ultimo tentativo. Nulla di particolare, considerando le condizioni dell'asfalto in via di miglioramento costante.

Dietro il portoghese ecco il duo Leopard Racing con Efren Vazquez secondo staccato di 247 millesimi, e Danny Kent terzo a +0.273. Quarta piazza per Niccolò Antonelli. Il pole man accusa un ritardo di 446 millesimi,e precede la seconda KTM in classifica, quella di Brad Binder.

Sesta piazza per Enea Bastianini (+0.554) che, a metà sessione, era riuscito anche a prendere la prima posizione. Non potrebbe essere diversamente in queste condizioni, con il miglior tempo conteso da tantissimi piloti, come 'usanza' in moto3. Nelle battute finali infatti, Antonelli, Oliveira e Vazquez e Kent si sono contesi la prima posizione.

In questa domenica mattina, si vede nelle posizioni che contano Andrea Locatelli, decimo ad un secondo. Buona diciassettesima piazza anche per Lorenzo Dalla Porta con la Husqvarna del team Laglisse, a precedere Alessandro Tonucci. 21esimo Migno, 23esimo Fenati con dieci minuti in meno a disposizione in questo warm up secondo quanto disposto dalla direzione gara, per aver cercato la scia durante le qualifiche, ed essere andato oltre il 107% in un settore del circuito. 25esimo Manzi, 31esimo Bagnaia, 34esimo Ferrari.

MOTO 2 - Con il fresco, Johann Zarco si prende la prima posizione nel warm up della classe di mezzo. Il leader in campionato chiude la sessione in 2'02.327, precedendo Thomas Luthi. Lo svizzero, apparso in grande forma qui a Brno, chiude con un ritardo di 280 millesimi di secondo, solo 4 meglio di Tito Rabat. Il fresco aiuta anche Sam Lowes e la sua SpeedUp.

L'inglese si prende la quarta posizione a 319 millesimi dalla vetta. Condizioni che favoriscono l'inglese queste, come confermato anche dal team principal Luca Boscoscuro. Quinto Sandro Cortese davanti a Dominique Aegerter e Jonas Folger.

E' apparso un poco più in difficoltà Alex Rins, nono dietro ad Alex Marquez, e staccato di sette decimi dalla vetta. Undicesimo Franco Morbidelli (+0.993), 17esimo e 18esimo Baldassarri e Corsi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti