Tu sei qui

Moto3, Livio Loi vince la scommessa ed il GP di Indy

il 'cecchino' parte con le slick nella gara 'bagnata' e vince il suo primo Gran Premio

Più che una gara di Moto3 è stata una 'helzapoppin' il Gran Premio di Indianapolis. Le poche gocce di pioggia che hanno bagnato la pista hanno infatti mandato in banana la maggior parte dei team della minima categoria che hanno fatto entrare in pista i piloti con le gomme rain.

Ci è voluto poco affinché tutti si rendessero conto del madornale errore, ma intanto il Gran Premio era partito.

A dir la verità qualcuno l'aveva capito, ancorché in ritardo: mentre infatti i suoi colleghi partivano Andrea Migno era già rientrato ai box per cambiare gomme riuscendone con le slick.

Una decisione che lo proiettava in quarta posizione nelle prime fasi di una gara che avrebbe probabilmente potuto vincere prima che una incomprensione con il doppiaggio di Lorenzo Dalla Porta, con conseguente dritto, lo facesse precipitare a centro classifica. Nel dritto infatti lasciava spegnere la moto, che poi faticava a ripartire.

Chi aveva fatto la scelta corretta, scattando con pneumatici da asciutto era il 18enne belga Livio Loi che si portava così al comando davanti a McPhee e Oettl, mentre il leader del mondiale ed i favoriti di sempre, come Danny Kent naufragavano in fondo classifica. Addirittura il suo compagno Vazquez, terminava la gara con una caduta nel tentativo inutile di recuperare.

In quarta posizione chiudeva Romano Fenati, davanti a Vinales, Bastianini e Antonelli.

Livio LoiLoi, che ha corso anche in Italia nel trofeo Gresini Junior Trophy arrivando secondo ha scelto per sé stesso il soprannome di 'Sniper', cecchino. Ed effettivamente a Indy li ha impallinati tutti.

La sua migliore posizione nel mondiale, fino ad oggi, era stato il 4° posto nel GP di Argentina del 2014.

"E' stato incredibile, ancora non ci credo . ha detto Livio Loi - Ho cercato di spingere fin dall'inizio sperando che non piovesse. Ho mantenuto la calma quando i miei avversari si sdoppiavano, non volevo creare problemi, ma nemmeno che me li creassero".

Dopo il GP di Indianapolis ora la classifica della Moto3 si accorcia con  Kent fermo a 190 punti, Bastianini a 134, e Fenati a 112.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti