Tu sei qui

MotoGP, Ducati, la piega non ha più misteri

A Indianapolis montati sulla moto di Petrucci dei sensori per misurare l'inclinazione rispetto al terreno

Ducati è sempre prodiga di spunti interessanti durante i Gran Premi. A Borgo Panigale stanno ancora lavorando sodo e spesso capita di dovere portare a termine delle prove durante i weekend di gara.

E’ successo anche a Indianapolis, dove sono comparse delle strane scatole di alluminio nella parte finale del forcellone della Ducati di Danilo Petrucci.

Dall’immagine a fianco, si vede chiaramente come si tratti di due componenti gemelli montati specularmente dietro al perno della ruota posteriore. Petrux li ha usati per i due turni di prove libere del venerdì, ma a cosa servono?

Sono dei sensori che misurano la inclinazione della moto rispetto all’asfalto nel modo più preciso possibile. Il sistema, detto in parole semplici, misura la distanza dal terreno e permette di avere un dato non inficiato dallo schiacciamento dello pneumatico o da altri parametri per avere un dato esatto.

Oltre a fornire informazioni importanti sulla dinamica della moto, questo rilevamento serve anche per un settaggio corretto della piattaforma inerziale.

Chissà cosa ci riservereanno gli uomini in rosso per le prossime gare...

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti