Tu sei qui

MotoGP, Crutchlow e Ducati, ritorno di fiamma

MERCATO. Cal spinge per Pramac, rischia Hernandez. Miller sulla strada per il team Aspar

Crutchlow e Ducati, ritorno di fiamma

Agosto è tradizionalmente un mese caldo per la MotoGP, non per l’anticiclone africano ma per i movimenti di mercato in vista della stagione seguente. Con i posti nei team ufficiali già bloccati, l’attenzione si sposta verso i satellite e in particolar modo in direzione di Pramac. La squadra Junior di Ducati è una delle più appetibili, può vantare un rapporto diretto con la casa madre e il prossimo anno avrà la nuova Desmosedici.

Ecco allora che si è fatto avanti Cal Crutchlow, il cui rapporto con Honda è ormai agli sgoccioli. Il britannico sembra essersi pentito di avere abbandonato la Rossa alla fine dello scorso anno e - tolto un podio - la scintilla con la RC213V non è scoccata. Cal si è offerto quindi a Borgo Panigale e ci sono delle possibilità che dopo il divorzio si ritorni a un ricongiungimento.

Crutchlow potrebbe quindi trovare posto in Pramac - con un trattamento tecnico di riguardo garantito dalla Casa - che però dovrebbe fare a meno di Hernandez o Petrucci. In questo senso, la decisione è in mano al team che ha un’opzione verso entrambi per il 2016 da fare valere a settembre. Fra i due, Danilo sarebbe quello che ha le maggiori possibilità di restare, sia perché è il pilota meglio piazzato in classifica sia perché è solo al primo anno in Pramac e quindi quello con le prospettive di crescita maggiori.

I contatti fra Crutchlow e Ducati sono stati molto intensi ma una decisione definitiva non è ancora stata presa.

Il team LCR, inoltre, potrebbe rischiare di perdere oltre a Cal anche il suo secondo pilota. Jack Miller sembra infatti destinato a migrare verso altri lidi, più precisamente al team Aspar. L’australiano su cui ha puntato la Honda sta pagando sulla sua pelle il salto dalla Moto3 alla MotoGP e dovrebbe continuare il prossimo anno la sua avventura in un’altra struttura.

Rimanendo in tema di team satellite, sembrano ormai fatti i giochi anche per Tech3. In conferenza stampa Bradley Smith è stato tiepido parlando del suo futuro - “vorrei avere delle belle notizie, ma io sono entusiasta di continuare con questa squadra e questa moto, loro non sembrano essere del tutto convinti” - ma le cose stanno diversamente. Un accordo di massima è stato già raggiunto con il britannico e anche Pol Espargarò dovrebbe essere riconfermato.

Un altro nome sulla bocca di molti nel paddock è quello di Johann Zarco. Il francese è attualmente (e con grande vantaggio) in testa al campionato Moto2 e il circuito di Le Mans spinge molto per vederlo in MotoGP nel 2016. Le certezze sul suo futuro, però, al momento sono poche.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti