Tu sei qui

MotoGP, Dovi: a Indy per rimettersi in carreggiata

"Voglio interrompere la mia striscia negativa”. Iannone: “Dobbiamo riavvicinarci ai rivali”

Il circuito di Indianapolis marca il crocevia della stagione della MotoGP. Il nuovo corso iniziato da Ducati con la GP15 ha rappresentato un’inversione di tendenza in positivo che però deve ancora arrivare a compimento – o meglio, al “checkpoint” fondamentale rappresentato da quella vittoria che elude la Casa italiana dal 2010 – e il tracciato americano rappresenta una cartina al tornasole importante per verificare i riscontri ottenuti negli ultimi test a Misano.

“Indianapolis sarà una tappa importante, è un tracciato che a nostro parere si adatta meglio alla GP15, e ci servirà per capire a fondo la nostra velocità in questo momento della stagione – ha detto Andrea Dovizioso, che ha iniziato la stagione con tre podi consecutivi ma ha navigato in acque tempestose recentemente, con tre ritiri nelle ultime quattro gare – I test di Misano sono stati molto importanti per noi perché abbiamo potuto lavorare con tranquillità, senza la pressione del weekend di gara, e fare molte comparizioni. Spero di interrompere la mia striscia negativa delle ultime gare con una bella prestazione, e di cogliere un buon risultato su una pista dove l’anno scorso siamo andati abbastanza bene”.

Nell’altra metà dei box di Borgo Panigale, Andrea Iannone dovrà innanzitutto difendere il terzo posto in campionato dalla rimonta di Marc Marquez, risalito fino a quattro punti di distanza dall’abruzzese con la vittoria in Germania.

“Quella di Indianapolis è una pista interessante, dove l'anno scorso sono andato abbastanza bene – le parole di Iannone –  Purtroppo in gara abbiamo avuto qualche problema di troppo, ma la nostra prestazione in generale non era male. Quest'anno credo di poter fare una buona gara con la GP15: io sono sempre positivo e quest'anno ho molti motivi in più per esserlo, anche perché sono terzo in campionato. Spero quindi che riusciremo ad essere subito veloci e di poter essere più vicino ai nostri avversari rispetto alle ultime gare”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti