Tu sei qui

MotoGP, A Indianapolis freni sotto controllo

INFOGRAFICA. Il Motor Speedway non rappresenta un problema per gli impianti delle MotoGP

L'Indianapolis Motor Speedway è un circuito piuttosto lento e stretto e nonostante circa il 20% del tempo speso sul giro in frenata, non è una pista particolarmente impegnativa per i freni.

L'unica asperità della pista lunga 4.216 metri è costituita dalla  prima frenata dopo il traguardo caratterizzata da un discreto spazio di frenata per passare dai 337 km/h iniziali ai circa 176 finali. In quel punto i piloti della MotoGP frenano per 4,6 secondi (pari a 285 metri) imprimendo un carico sulla leva che raggiunge i 5,2 kg mentre i g di decelerazione sono 1,4.

Altro punto delicato è quello alla curva 10, al termine del rettilineo opposto: quasi 200 metri di staccata per passare da 273 a 109 km/h. Ultima curiosità, l’energia dissipata in frenata durante il Gran Premio è di 7,9 kWh.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti