Tu sei qui

SBK, WSS,Sepang: Jacobsen suona la prima

Cluzel secondo, grazie al terzo posto di Zanetti avvicina Sofuoglu, quarto, in vetta. Tredici lunghezze tra i due

WSS,Sepang: Jacobsen suona la prima

Dopo aver rotto il ghiaccio con la prima pole, arriva anche la prima vittoria in WSS per Patrick "PJ" Jacobsen. Una gara maiuscola quella condotta in porto in maniera trionfale dal giovane statunitense che rimpolpa il palmares della giovane campagine tailandese Core Motorsports, dopo la vittoria in avvio di stagione del compagno Ratthapark Wilairot. Una round, quello malese, che rende ancora più elettrizzante la corsa al  titolo iridato con Jules Cluzel e la sua MV che vedono mancare la vittoria per pochi metri, ma possono ben consolarsi grazie al perfetto gioco di squadra operato magistralmente dal compagno Lorenzo Zanetti che respinge gli attacchi di Kenan Sofuoglu e con il terzo posto, davanti al turco della Kawasaki, toglie punti preziosi a vantaggio del compagno di scuderia. Ora tra Cluzel e Sofuoglu sono 13 le lunghezze di distacco, quando mancano tre gare al termine di questa stagione.

LA GARA - Allo spegnersi del semaforo scatta forte Jacobsen dalla pole seguito a ruota da Cluzel partito dalla terza casella. Poco felice la partenza di Sofuoglu che viene superato da Zanetti e Rolfo a razzo dalla seconda fila. Il turco tenta di rimediare alla prima staccata, ma finisce largo e si accoda in sesta posizione. Davanti intanto Jacobsen e Cluzel dettano l'andatura, con un passo subito sul 2.09", mentre più indietro Zanetti traina il gruppo degli inseguitori. Al 5° passaggio Kenan Sofuoglu, dopo essersi portato in terza piazza, ricuce lo strappo con la vetta e seguito a ruota dalla MV del pilota italiano danno vita ad una parte di gara in cui saranno in quattro in vetta a fare l'andatura. Andatura che vede però a metà corsa un impasse di Zanetti che causa errore perde contatto dai primi tre. Dopo poco più di metà dei giri alza i remi in barca anche Sofuoglu. Il duello per la vittoria è ristretto così a Cluzel e Jacobsen, mentre per il terzo gradino del podio è lotta tra un determinato Lorenzo Zanetti ed un Sofuoglu che le prova tutte, arrivando in qualche occasione lungo in frenata, per avere la meglio sul nostro portacolori.

Il finale è una doppia volata. Cluzel tenta l'ultimo disperato affondo al tornantino prima del traguardo, ma arriva lungo e Jacobsen ne approfitta per riportarsi in testa a chiudere la gara con 0.091 millesimi di vantaggio. Dietro, Zanetti ha la meglio su Sofuoglu nello stesso punto e chiude terzo facendo così un favore al compagno di squadra. Onore comunque va a Kenan Sofuoglu che ha corso in condizioni non facili causa prematura scomparsa del figlioletto di pochi mesi Hamza, dopo una lunga degenza causa di una emorragia celebrale.

Per quel che riguarda gli altri italiani al traguardo, Roberto Rolfo chiude sesto dietro l'inglese Kyle Smith, mentre Christian Gamarino e Alex Baldolini sono rispettivamente nono e decimo. Fabio Menghi chiude 12esimo, Marco Faccani 16esimo.

La classifica del mondiale recita: Sofuolgu primo con 168 punti, segue Cluzel a 155, terzo Jacobsen a 140. Lorenzo Zanetti è quarto con 113 punti. Il prossimo appuntamento sarà a Jerez il 20 settembre.

A seguire l'ordine di arrivo della WSS a Sepang



 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti